Disegno di Legge n. 2103 del 19-07-2023 Disposizioni varie. (ddl elaborato ai sensi dell'articolo 64 del Regolamento interno) (vedi Nota 1)

Titolo

Disposizioni varie. (ddl elaborato ai sensi dell'articolo 64 del Regolamento interno) (vedi Nota 1)

Iter

Attuale
17 nov 2023 Inviato Presidenza della Regione

Storico
19 lug 2023 Assegnato per esame Commissione 0200
12 set 2023 Esaminato in commissione Seduta n. 47 0200 Commissione SECONDA
19 set 2023 Esaminato in commissione Seduta n. 49 0200 Commissione SECONDA
27 set 2023 Esaminato in commissione Seduta n. 51 0200 Commissione SECONDA
03 ott 2023 Esaminato in commissione Seduta n. 52 0200 Commissione SECONDA
03 ott 2023 Esitato per Aula (epa) Seduta n. 52 0200 Commissione SECONDA
25 ott 2023 Esaminato in Aula Seduta n. 75 AULA
08 nov 2023 Esaminato in Aula Seduta n. 78 AULA
15 nov 2023 Esaminato in Aula Seduta n. 80 AULA
15 nov 2023 Approvato dall'Assemblea Seduta n. 80 AULA

  • Ultimo Testo
  • Cronologia Testi
  • Note
                    ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA


                        DISEGNO DI LEGGE N. 21/A STRALCIO III


                 LEGGE APPROVATA IL 15 NOVEMBRE 2023


         Disposizioni finanziarie varie. Modifiche di norme


                               Art. 1.
        Comando presso l'Assessorato regionale dell'economia

       1.  Al comma 12 dell'articolo 26 della legge regionale
     16  aprile 2003, n. 4, le parole  di cui un dirigente  e
     quattro   funzionari   sono  sostituite   dalle   parole
      aventi   una  qualifica  non  inferiore  a  funzionario
     direttivo .

                               Art. 2.
             Contratto di lavoro del personale del CIAPI

       1.     Il    Centro    internazionale    addestramento
     professionale  integrato (CIAPI)  applica  il  contratto
     collettivo  di  lavoro  del  comparto  non  dirigenziale
     della   Regione   siciliana  e   degli   enti   di   cui
     all'articolo 1 della legge regionale 15 maggio 2000,  n.
     10    e   successive   modificazioni.   Dalla   presente
     disposizione  non  possono  derivare  nuovi  o  maggiori
     oneri a carico del bilancio della Regione.

                               Art. 3.
       Interventi di manutenzione idraulica di fiumi e specchi
                               acquei

       1.  L'articolo 8 della legge regionale del  15  maggio
     1991, n. 24 e successive modificazioni è sostituito  dal
     seguente:

                               Art. 8.
       Interventi di manutenzione idraulica di fiumi e specchi
                               acquei

       1.  Sono  consentiti, esclusivamente per garantire  la
     risagomatura  degli  alvei finalizzata  al  mantenimento
     del  regolare  deflusso  delle  acque,  i  prelievi  dei
     materiali  inerti  negli alvei dei fiumi,  canali,  zone
     golenali, fondali lacustri, fondali marini sotto  costa,
     fasce   costiere   marine   e   lacustri   naturali   ed
     artificiali.

       2.  L'autorità  preposta  alla manutenzione  idraulica
     dei  corsi  d'acqua autorizza l'esecuzione dei prelievi,
     nel  rispetto  della  normativa sui contratti  pubblici,
     con   finalità   mirate  a  garantire  la   funzionalità
     idraulica  e la preservazione degli ecosistemi  fluviali
     e   marini,  previa  presentazione  di  apposito  studio
     idraulico, stabilendone tutte le prescrizioni  tecniche,
     comprese   le   misure   topografiche   e   batimetriche
     sistematiche,   le  cauzioni  legali   necessarie   alla
     copertura  di  eventuali danni  e  il  versamento  degli
     oneri  finalizzati all'utilizzo dei depositi  di  inerti
     alluvionali e alla vigilanza sulle attività di  prelievo
     (Titolo 3, Tipologia 100).

       3.  Fuori  dalle ipotesi di cui al comma 2, l'autorità
     preposta  alla manutenzione idraulica dei corsi  d'acqua
     progetta  l'eventuale  rimozione di  depositi  necessari
     alla   sicurezza  del  corso  d'acqua   e   ne   dispone
     l'esecuzione  con  pubblico  appalto  ai   sensi   della
     normativa  vigente stabilendone tutte  le  prescrizioni,
     comprese   le   misure   topografiche   e   batimetriche
     sistematiche  e  le  cauzioni  legali  necessarie   alla
     copertura  di  eventuali  danni  ed  eventuali  proventi
     derivanti  da  riutilizzo a scopi privati dei  materiali
     rimossi (Titolo 3, Tipologia 100). .

                               Art. 4.
       Disciplina del Fondo regionale per la disabilità e per
                       la non autosufficienza

       1. Al comma 3 dell'articolo 9 della legge regionale  9
     maggio  2017,  n.  8  e  successive modificazioni,  sono
     apportate le seguenti modifiche:

       a)   alla  lettera  a),  dopo  le  parole   successive
     modifiche   ed  integrazioni ,  aggiungere   le   parole
      nonché  istituzioni socio-assistenziali  iscritti  agli
     albi  comunali  di  cui all'articolo 27  della  medesima
     legge  regionale  9  maggio 1986,  n.  22  e  successive
     modificazioni che dispongono di strutture,  attrezzature
     e  personale  idonei  al  tipo di  attività  svolta,  in
     conformità  agli  standard determinati dall'articolo  19
     della predetta legge regionale n. 22/1986 ;

       b)  alla lettera d) la parola  convivente  è soppressa
     e  dopo le parole  del codice civile,  sono aggiunte  le
     parole   ovvero il coniuge, la parte dell'unione  civile
     o il convivente more uxorio .

                               Art. 5.
        Contributi regionali alle aziende silvo-pastorali dei
                               comuni

       1.  Dopo l'articolo 18 della legge regionale 6  aprile
     1996,  n.  16 e successive modificazioni, è aggiunto  il
     seguente:

                             Art. 18 bis.
        Contributi regionali alle aziende silvo-pastorali dei
                               comuni

       1. I contributi regionali concessi alle aziende silvo-
     pastorali  dei  comuni  per la  gestione  dei  patrimoni
     silvo-pastorali ai sensi dell'articolo 4 della legge  25
     luglio  1952,  n. 991 sono destinati anche al  personale
     impegnato in attività forestali e di zootecnia. .

                               Art. 6.
       Corsi di formazione per prelievi venosi e oro-faringei

       1.  Le  aziende  e  gli  enti del  servizio  sanitario
     regionale,  d'intesa  con  l'ordine  dei  biologi  della
     Sicilia,   promuovono   l'attivazione   di   corsi    di
     formazione per l'esecuzione autonoma di prelievi  venosi
     e  oro-faringei presso strutture sanitarie o  presso  il
     domicilio  di pazienti da parte di soggetti iscritti  al
     citato ordine.

       2.  La  gestione tecnica, amministrativa  e  didattica
     dei   corsi  di  cui  al  comma  1  è  operata  mediante
     convenzione dagli ordini competenti per territorio ed  i
     relativi costi trovano integrale copertura a carico  dei
     partecipanti, senza nuovi o maggiori oneri a carico  del
     bilancio della Regione.

                               Art. 7.
         Oneri di urbanizzazione per insediamenti produttivi
                 nelle aree di sviluppo industriale

       1.  All'articolo 16 della legge regionale  12  gennaio
     2012, n. 8 e successive modificazioni sono apportate  le
     seguenti modifiche:

       a) il comma 11 è sostituito dai seguenti:

        11.  Trascorsi  tre  anni  dalla  data  di  effettivo
     inizio   dell'attività  autorizzata,  l'impresa,  previa
     comunicazione all'IRSAP, può mutare l'attività senza  il
     pagamento  degli oneri di cui al comma  13,  purché  sia
     mantenuta    la   medesima   destinazione    urbanistica
     dell'immobile.    L'IRSAP,    su    motivata     istanza
     dell'impresa,    con   delibera   del    consiglio    di
     amministrazione,    può    consentire    il    mutamento
     dell'attività      produttiva     autorizzata      anche
     antecedentemente   ai  tre  anni.   In   caso   di   non
     accoglimento   dell'istanza  dell'impresa,   la   stessa
     mantiene  la  medesima destinazione pena la  risoluzione
     dell'atto  di  vendita secondo le  modalità  di  cui  al
     comma 12.

       11  bis.  Trascorsi tre anni dalla data  di  effettivo
     inizio   dell'attività  autorizzata,  l'impresa,  previa
     comunicazione   all'IRSAP,  può  trasferire   l'immobile
     senza  il  pagamento  degli oneri di  cui  al  comma  13
     purché  il subentrante mantenga la medesima destinazione
     urbanistica dell'insediamento.

       11  ter.  Per  gli interventi di restauro, risanamento
     conservativo  e  di ristrutturazione che non  comportino
     aumento  delle  superfici di calpestio o incremento  del
     peso  sui  servizi  e sotto servizi  pubblici  non  sono
     dovuti gli oneri di cui al comma 13. ;

       b) il comma 13 è sostituito dal seguente:

        13.   Gli  oneri  di  urbanizzazione  e  costruzione,
     previsti  dalle  leggi  in  materia  di  urbanistica  ed
     edilizia,  relativi alla realizzazione  di  insediamenti
     produttivi  nelle aree di cui alla presente legge,  sono
     versati   esclusivamente  ai   comuni   competenti   per
     territorio. ;

       c) il comma 14 è sostituito dai seguenti:

        14.  Nel  caso di insediamenti realizzati da  imprese
     di  costruzione o immobiliari che abbiano  lo  scopo  di
     rivendere  o  dare in locazione i lotti anche  edificati
     ad  altre imprese, nonché quelli destinati all'esercizio
     di  attività nel settore del commercio, gli oneri di cui
     al   comma   13  sono  versati  interamente  ai   comuni
     competenti   per  territorio.  In  ogni   caso   non   è
     consentita l'attività immobiliare su terreni ed  edifici
     di  proprietà dell'IRSAP. Gli oneri di cui al  comma  13
     non  sono  dovuti  qualora l'attività di  costruzione  o
     immobiliare   sia  svolta  da  società  controllante   o
     collegata ai sensi dell'articolo 2359 del codice  civile
     oppure  sottoposta a direzione e coordinamento ai  sensi
     degli  articoli  da  2497  a  2497  septies  del  codice
     civile.

       14  bis.  Le disposizioni di cui al comma  14  non  si
     applicano   agli  insediamenti  realizzati  dall'impresa
     esercente  mediante  finanziamenti  a  qualunque  titolo
     percepiti, incluso contratti di leasing e lease back. .

                               Art. 8.
           Norma interpretativa dell'articolo 11, comma 1,
             della legge regionale 11 luglio 2023, n. 8

       1.  Le disposizioni di cui al comma 1 dell'articolo 11
     della  legge regionale 11 luglio 2023, n. 8 si applicano
     ai  comuni per i quali non sono definite le procedure di
     trasferimento, anche a seguito di contenzioso.

                               Art. 9.
            Proroga termine di pagamento delle spese per
                     operazioni di investimento
              finanziate dal PO FESR Sicilia 2014-2020

       1.  Il  comma 1 dell'articolo 14 della legge regionale
     10  agosto  2022,  n.  16 e successive  modificazioni  è
     sostituito dai seguenti:

        1.  Al fine di assicurare il pieno assorbimento delle
     risorse  europee  e  scongiurare  eventuali  perdite  di
     risorse del PO FESR 2014-2020, il termine ultimo per  il
     pagamento   dei  titoli  di  spesa,  quali   fatture   o
     documenti    contabili    aventi    valore    probatorio
     equivalente,   relativi  a  operazioni  di  investimento
     destinatarie        di        contributi        concessi
     dall'amministrazione regionale a favore  di  beneficiari
     pubblici   e   privati,   anche   in   partenariato,   è
     prorogabile,  a  istanza di parte, fino al  31  dicembre
     2023,  compatibilmente con quanto previsto dall'articolo
     65,  comma 2, del regolamento (CE) del 17 dicembre 2013,
     n. 1303/2013/UE.

       1  bis.  La disposizione di cui al comma 1 è posta  in
     deroga   a   quanto  previsto  dai  singoli  avvisi   di
     riferimento.

       1  ter.  Sono  escluse, successivamente alla  suddetta
     data,  ulteriori  eventuali proroghe  ancorché  previste
     dai singoli avvisi di riferimento. .

                              Art. 10.
       Interventi per la chiusura della liquidazione di Resais
                               S.p.A.

       1.  Al  fine di accelerare il processo di liquidazione
     di   Resais   S.p.A.   mediante   la   definizione   dei
     contenziosi  tra  essa  pendenti  con  l'Agenzia   delle
     entrate   per   gli  anni  dal  2003  al   2007   e   la
     regolarizzazione  della  sua  posizione  debitoria   nei
     confronti  dell'Erario  per gli  anni  successivi,  fino
     all'anno  2021, l'Assessorato regionale dell'economia  è
     autorizzato  ad erogare nell'esercizio finanziario  2023
     in  favore  di  Resais S.p.A. in liquidazione  l'importo
     complessivo   di   euro   41.815.750,00   (Missione   1,
     Programma 3) da destinarsi:

       a)  per  euro  26.849.250,00 al  pagamento  dei  ratei
     residui  afferenti  alla definizione agevolata  prevista
     dal comma 186 e seguenti dell'articolo 1 della legge  29
     dicembre  2022,  n.  197 dei contenziosi  relativi  agli
     accertamenti  IVA  disposti per gli  anni  dal  2003  al
     2007,   a   completamento  dell'intervento   finanziario
     effettuato   ai  sensi  dell'articolo  1   della   legge
     regionale 11 luglio 2023, n. 8;

       b)  per  euro  14.966.500,00 per consentire  a  Resais
     S.p.A.  in  liquidazione, in deroga  a  quanto  previsto
     dall'articolo  3 della legge regionale 10  agosto  2022,
     n.  16,  e limitatamente agli anni di imposta 2017-2021,
     la  presentazione di istanza di ravvedimento operoso per
     evitare   l'insorgere  di  nuovi  contenziosi  tributari
     inerenti   al  mancato  assoggettamento   ad   IVA   dei
     trasferimenti  finanziari effettuati  per  il  pagamento
     delle  retribuzioni  per il personale  dipendente  nelle
     citate annualità 2017-2021.

       2.  Agli oneri discendenti dalle disposizioni  di  cui
     al  presente articolo si provvede per l'importo di  euro
     26.849.250,00  con le disponibilità della  Missione  20,
     Programma  3, capitolo 215740, e per l'importo  di  euro
     14.966.500,00 con le maggiori entrate di cui  al  Titolo
     1, Tipologia 103, capitolo 1203.

                              Art. 11.
        Misure per la razionalizzazione della gestione delle
                         società partecipate

       1.  All'Ufficio di cui al comma 6 ter dell'articolo 20
     della   legge  regionale  12  maggio  2010,  n.   11   e
     successive   modificazioni,  ora   denominato    Ufficio
     Speciale per la gestione e liquidazione delle società  a
     partecipazione  pubblica  regionale ,  sono  attribuite,
     con  decorrenza dall'1 gennaio 2024, anche le competenze
     in   materia   di  gestione  delle  società   attive   a
     partecipazione  regionale, già in capo  al  Dipartimento
     regionale   del  bilancio  e  del  tesoro  -  Ragioneria
     generale della Regione.

       2.  Il personale del Servizio 10  Partecipazioni'  del
     Dipartimento  regionale  del bilancio  e  del  tesoro  -
     Ragioneria   generale   della   Regione   è    assegnato
     all'Ufficio Speciale di cui al comma 1.

       3.  L'Ufficio  Speciale di cui al  comma  1  cessa  la
     propria attività il 31 dicembre 2026.

                              Art. 12.
         Modifiche alla legge regionale 27 luglio 2023, n. 9

       1.  Alla  legge regionale 27 luglio 2023, n.  9,  sono
     apportate le seguenti modifiche:

       a)  il  comma  1  dell'articolo 24  è  sostituito  dai
     seguenti:

        1.  Per la realizzazione degli interventi di cui alla
     Misura  6  del  Piano Nazionale di Ripresa e  Resilienza
     (PNRR),  l'Assessorato regionale della salute,  al  fine
     di  assicurare  il  costante  raccordo  con  le  Aziende
     sanitarie    e   ospedaliere   e   con   i   Policlinici
     universitari  soggetti attuatori degli  interventi,  può
     avvalersi,  fino al 31 dicembre 2025,  di  20  unità  di
     personale  appartenente  ai  ruoli  delle  Aziende   del
     Servizio sanitario regionale in posizione di comando.

       1  bis.  Le Aziende di cui al comma 1, nel periodo  di
     vigenza del comando, non possono procedere al turn  over
     delle  unità di personale di cui al comma 1 e provvedono
     al  congelamento dei relativi posti nel piano  triennale
     dei fabbisogni. .

       b)   al  comma  2  dell'articolo  24  dopo  le  parole
      incarichi  di  direzione di struttura  complessa   sono
     aggiunte le seguenti  per tutta la durata del comando ;

       c) l'articolo 27 è sostituito dal seguente:

                               Art. 27.
        Disposizioni per il completamento delle liquidazioni
                            delle società
          Terme di Sciacca S.p.a. e Terme di Acireale S.p.a.

       1.  Al  fine  di definire le procedure di liquidazione
     della società Terme di Sciacca S.p.a. in liquidazione  e
     della  società Terme di Acireale S.p.a. in  liquidazione
     è  istituito,  per l'esercizio finanziario 2023,  presso
     il  dipartimento regionale delle finanze e del  credito,
     un  fondo con una dotazione di 4.300 migliaia di euro da
     utilizzare esclusivamente per il ripianamento di  debiti
     fiscali   e   tributari  o  per   il   superamento   dei
     contenziosi da questi derivanti.

       2.   Agli   oneri   derivanti  dall'applicazione   del
     presente   articolo   si   provvede,   per   l'esercizio
     finanziario  2023,  con le maggiori entrate  di  cui  al
     Titolo 1, tipologia 103, capitolo 1023 per l'importo  di
     euro  1.200  migliaia di euro e con le maggiori  entrate
     di  cui  al Titolo 1, tipologia 101, capitolo  1218  per
     l'importo di euro 3.100 migliaia di euro. ;

       d)  all'articolo 28 sono soppresse le parole   per  il
     funzionamento  delle gestioni liquidatorie,  nei  limiti
     dello stanziamento di cui al comma 2 ;

       e)   al  comma  1  dell'articolo  39  dopo  la  parola
      attivare   sono  inserite  le  seguenti   nel  rispetto
     della normativa europea in materia di aiuti di Stato, .

                              Art. 13.
          Modifiche all'articolo 6 della legge regionale 5
                        dicembre 2016, n. 24
          in materia di funzioni di assistenza agli alunni
                              disabili

       1. Al comma 1 dell'articolo 6 della legge regionale  5
     dicembre 2016, n. 24 e successive modificazioni dopo  le
     parole   Le  Città  metropolitane e  i  liberi  Consorzi
     comunali   sono  aggiunte le parole   ,  con  esclusione
     degli enti in dissesto finanziario, .

                              Art. 14.
         Interpretazione autentica dell'articolo 8, comma 6,
            della legge regionale 22 febbraio 2023, n. 2

       1.  Il  comma 6 dell'articolo 8 della legge  regionale
     22  febbraio  2023, n. 2 e successive  modificazioni  si
     interpreta  nel  senso  che l'adeguamento  ISTAT  per  i
     lavoratori  utilizzati  nei  Cantieri  di  servizio  (ex
     Reddito   minimo  di  inserimento),  nei  limiti   dello
     stanziamento  massimo  di 1.000  migliaia  di  euro  per
     l'esercizio  finanziario 2023, si  calcola  a  far  data
     dall'ultimo quinquennio.

                              Art. 15.
          Modifica all'articolo 1 della legge regionale 22
                         febbraio 2023, n. 2
          in materia di assegnazioni finanziarie ai comuni

       1.  Al  comma l dell'articolo l della legge  regionale
     22  febbraio 2023, n. 2 il secondo periodo è  sostituito
     dal  seguente:  Per gli esercizi finanziari 2024 e  2025
     la  suddetta autorizzazione di spesa è rideterminata  in
     euro   251.749.375,00  per  l'anno  2024  ed   in   euro
     170.000.000,00  per  l'anno 2025. A decorrere  dall'anno
     2023 non si applicano le disposizioni di cui al comma  4
     dell'articolo  6  della  legge  regionale  n.  5/2014  e
     successive  modificazioni  (Missione  18,  Programma  l,
     capitolo 191301). .

       2.  Ai maggiori oneri di cui al presente articolo pari
     ad  euro  81.749.375,00 per ciascuno degli anni  2023  e
     2024 si provvede:

       a)  per l'anno 2023 con le maggiori entrate di cui  al
     Titolo 2, tipologia 101, capitolo 8109;

       b)  per l'anno 2024 mediante utilizzo delle risorse di
     cui  alla  Missione  18, Programma 1,  capitolo  191301,
     realizzate  ai  sensi del comma 1 a  seguito  della  non
     applicazione  nell'anno 2023 delle disposizioni  di  cui
     al  comma  4  dell'articolo 6 della legge  regionale  28
     gennaio 2014, n. 5 e successive modificazioni.

                              Art. 16.
         Fondo per l'abbattimento degli interessi sui mutui
               accesi per l'acquisto della prima casa

       1.  Il  Dipartimento  regionale delle  finanze  e  del
     credito  è  autorizzato  ad erogare  a  IRFIS-FinSicilia
     S.p.a. la somma di 50.000 migliaia di euro (Missione  1,
     Programma  3)  per  la  costituzione  di  un  Fondo   di
     solidarietà   per   l'abbattimento  dell'aumento   degli
     interessi  sui  mutui  a  tasso  variabile  verificatosi
     negli   anni  2022  e  2023  in  favore  dei   mutuatari
     residenti  in Sicilia con ISEE inferiore a  30.000  euro
     annui per l'acquisto della prima casa.

       2.    Con   decreto   dell'Assessore   regionale   per
     l'economia  sono individuati i destinatari della  misura
     e  le  modalità per l'erogazione del beneficio economico
     di  cui  al  comma  1, con priorità in  graduatoria  per
     coloro che presentano gli ISEE più bassi.

       3.  Agli oneri derivanti dalle disposizioni di cui  al
     presente   articolo   si   provvede,   per   l'esercizio
     finanziario 2023, per l'importo di 46.964.165,21 con  le
     maggiori  entrate  di cui al Titolo  1,  tipologia  103,
     capitolo  1203  e per l'importo di 3.035.834,79  con  le
     maggiori  entrate  di cui al Titolo  2,  tipologia  101,
     capitolo 8109.

                              Art. 17.
       Interpretazione autentica del comma 8 bis dell'articolo
                                  6
       della legge regionale 7 maggio 2015, n. 9 e successive
                            modificazioni

       1.   Il  comma  8  bis  dell'articolo  6  della  legge
     regionale   7   maggio   2015,   n.   9   e   successive
     modificazioni si interpreta nel senso che il  contributo
     ivi  previsto  è  erogato,  in  ragione  delle  finalità
     indicate e nei limiti di spesa posti a carico del  fondo
     di  cui al comma l dell'articolo 6 della legge regionale
     28  gennaio  2014,  n.  5  e  successive  modificazioni,
     tenendo  conto della dichiarazione di dissesto  compresa
     negli anni finanziari 2014-2021 e non del permanere  del
     predetto  stato di dissesto alla data di erogazione  del
     contributo stesso.

                              Art. 18.
       Interpretazione autentica del comma 16 dell'articolo 3
            della legge regionale 22 febbraio 2023, n. 2

       1. La disposizione di cui al comma 16 dell'articolo  3
     della  legge  regionale  22  febbraio  2023,  n.   2   e
     successive  modificazioni deve essere intesa  nel  senso
     di  riconoscere  anche  per  l'anno  2023  i  contributi
     straordinari  previsti  dalla lettera  d)  del  comma  4
     dell'articolo 25 della legge regionale 15  aprile  2021,
     n. 9 e successive modificazioni.

                              Art. 19.
       Interpretazione autentica del comma 17 dell'articolo 3
            della legge regionale 22 febbraio 2023, n. 2

       1. La disposizione di cui al comma 17 dell'articolo  3
     della  legge  regionale  22 febbraio  2023,  n.  2  deve
     essere  intesa nel senso di riconoscere anche per l'anno
     2023  ai  comuni di Antillo, Casalvecchio Siculo,  Furci
     Siculo,  Gaggi, Gualtieri Sicaminò, Mandanici,  Milazzo,
     Mongiuffi  Melia, Pace del Mela, Pagliara,  San  Filippo
     del  Mela, Santa Lucia del Mela, Santa Teresa di Riva  e
     Torregrotta  i  contributi straordinari  previsti  dalla
     lettera  d)  del  comma 6 dell'articolo 15  della  legge
     regionale   8   maggio   2018,   n.   8   e   successive
     modificazioni.

                              Art. 20.
       Interventi a sostegno della pratica sportiva di persone
                           con disabilità

       1.  Il  comma 7 dell'articolo 26 della legge regionale
     22 febbraio 2023, n. 2 è sostituito dal seguente:

        7.  Al  fine  di  favorire  e  sostenere  la  pratica
     sportiva  di  persone  con disabilità,  per  l'esercizio
     finanziario    2023,    è    assegnata     in     favore
     dell'Assessorato regionale del turismo,  dello  sport  e
     dello  spettacolo la somma di 100 migliaia di  euro,  da
     destinare   alle   federazioni   sportive   paralimpiche
     (FSP/FSNP)    e    discipline   sportive    paralimpiche
     (DSP/DSAP)    riconosciute   dal    Comitato    italiano
     paralimpico (CIP), quale contributo per far fronte  alle
     spese   di  trasporto  degli  atleti  disabili  per   la
     partecipazione  alle  attività  sportive  (Missione   6,
     Programma   1).   A   tal  fine  il  Comitato   italiano
     paralimpico (CIP) provvede alla raccolta delle  relative
     richieste di contributo. .

                              Art. 21.
       Accesso ai contributi del Fondo unico regionale per lo
                          spettacolo (FURS)

       1.  All'articolo  65  della legge regionale  7  maggio
     2015, n. 9 e successive modificazioni sono apportate  le
     seguenti modifiche:

       a)  al  comma  1  dopo  la  parola   fondazioni   sono
     aggiunte  le  parole  nonché le imprese  individuali   e
     dopo le parole  della danza  sono aggiunte le parole   e
     degli spettacoli viaggianti ;

       b)  al  comma  2  dopo  le parole  della  danza   sono
     aggiunte le parole  e degli spettacoli viaggianti ;

       c) dopo il comma 5 quater è aggiunto il seguente:

           5   quinquies.   Per  gli  anni   2023   e   2024,
     relativamente alle stagioni artistiche 2022 e  2023,  la
     percentuale  prevista dalla lettera b)  del  comma  4  è
     pari  al  6 per cento per l'anno 2023 e all'8 per  cento
     per l'anno 2024. .

                              Art. 22.
                   Disposizioni finanziarie varie

       1.   Al   fine   di   garantire  la  gestione   e   la
     manutenzione,  previste dal Piano  di  Gestione  Rischio
     Alluvioni  (1°  e  2° ciclo) di cui  alla  direttiva  23
     ottobre 2007, n. 2007/60/CE e al decreto legislativo  23
     febbraio  2010, n. 49 e successive modificazioni,  della
     rete  meteo  di monitoraggio e allertamento  nonché  gli
     adempimenti  di  cui  al decreto legislativo  2  gennaio
     2018,  n.  1  e successive modificazioni, è autorizzata,
     per   l'esercizio   finanziario  2023,   la   spesa   di
     372.400,00 euro (Missione 11, Programma 1). Ai  relativi
     oneri  si  provvede con le maggiori entrate  di  cui  al
     Titolo 2, Tipologia 101, capitolo 8109.

       2.  All'articolo 27 della legge regionale 23  dicembre
     2000,  n. 32 e successive modificazioni sono aggiunti  i
     seguenti commi:

        10  bis.  Alle  agevolazioni concesse  ai  sensi  del
     presente  articolo si applicano le disposizioni  di  cui
     al  comma 1 dell'articolo 29 del decreto legge 22 giugno
     2012, n. 83, convertito con modificazioni dalla legge  7
     agosto 2012, n. 134.

       10  ter.  Le disposizioni di cui al comma  10  bis  si
     applicano  anche  ai contenziosi in corso  afferenti  la
     revoca delle agevolazioni concesse. .

       3.  Nelle  disposizioni di seguito elencate le  parole
      mediante   utilizzo   delle   risorse   vincolate   nel
     risultato  presunto di amministrazione di cui  al  comma
     823  dell'articolo  1 della legge 30 dicembre  2020,  n.
     178  e  successive  modificazioni e non  destinate  alla
     restituzione  di cui al medesimo comma  823  nei  limiti
     delle  minori  entrate per l'anno 2020  individuate  dal
     tavolo  tecnico  presso  il  Ministero  dell'economia  e
     delle  finanze di cui al comma 2 dell'articolo  111  del
     decreto  legge  19 maggio 2020, n. 34,  convertito,  con
     modificazioni,  dalla  legge 17 luglio  2020,  n.  77  e
     successive  modificazioni  sono sostituite dalle  parole
      con  le  maggiori entrate di cui al Titolo 1, tipologia
     103, capitolo 1203 :

       a)  comma  4 bis dell'articolo 5 della legge regionale
     22  febbraio 2023, n. 2 come introdotto dall'articolo  6
     della legge regionale 11 luglio 2023, n. 8;

       b)  comma 2 dell'articolo 17 della legge regionale  11
     luglio 2023, n. 8;

       c)  lettera  a)  del  comma 3 dell'articolo  16  della
     legge regionale 27 luglio 2023, n. 9;

       d)  comma 3 dell'articolo 17 della legge regionale  27
     luglio 2023, n. 9;

       e)  comma 3 dell'articolo 18 della legge regionale  27
     luglio 2023, n. 9;

       f)  comma 4 dell'articolo 19 della legge regionale  27
     luglio 2023, n. 9;

       g)  comma 2 dell'articolo 35 della legge regionale  27
     luglio 2023, n. 9;

       h)  commi  5,  10  e 11 dell'articolo 36  della  legge
     regionale 27 luglio 2023, n. 9.




       4.  L'autorizzazione  di  spesa  di  cui  al  comma  2
     dell'articolo  117  della legge  regionale  22  febbraio
     2023,  n.  2,  per le finalità del comma 6 dell'articolo
     27  della  legge regionale 22 dicembre  2005,  n.  19  e
     successive    modificazioni    è    incrementata,    per
     l'esercizio  finanziario 2023,  di  12.522  migliaia  di
     euro  (Missione  10, Programma 2, capitolo  476521).  Ai
     relativi  oneri, per il medesimo esercizio  finanziario,
     si  provvede con le maggiori entrate di cui al Titolo 1,
     Tipologia 101, capitolo 1218.

       5.  Al  fine di assicurare la quota per l'anno 2023  a
     carico  della  Regione  siciliana  del  contributo  alla
     finanza  pubblica  di cui al comma 850  dell'articolo  1
     della  legge  30  dicembre 2020,  n.  178  e  successive
     modificazioni,  determinata dal decreto  del  Presidente
     del   Consiglio   dei  Ministri  4   ottobre   2023,   è
     autorizzata   la   spesa  di  euro   15.086.934,56   per
     l'esercizio finanziario 2023 (Missione 1, Programma  4).
     Ai   relativi   oneri,   per   il   medesimo   esercizio
     finanziario, si provvede con le maggiori entrate di  cui
     al Titolo 2, Tipologia 101, capitolo 8109.

       6.  Al fine di provvedere al conferimento di incarichi
     di    progettazione    e    consulenze    assegnate    a
     professionisti  esterni,  direttamente  collegabili  con
     gli  investimenti  per la determinazione  delle  tariffe
     uniche   regionali  del  costo  dell'acqua   per   l'uso
     potabile,  irriguo e industriale, e, in particolare  per
     le  dighe  gestite dal Dipartimento regionale dell'acqua
     e  dei rifiuti e dai Consorzi di bonifica, è autorizzata
     la  spesa di 100 migliaia di euro (Missione 9, Programma
     4),  per l'esercizio finanziario 2023, cui si fa  fronte
     con  le  maggiori entrate di cui al Titolo 1,  Tipologia
     101, capitolo 1218.

       7.  Il  Dipartimento  regionale delle  finanze  e  del
     credito  è  autorizzato ad acquistare fino al 65%  delle
     quote  del  Fondo immobiliare pubblico Regione siciliana
     (FIPRS)   allo  stato  detenute  da  Trinacria   Capital
     S.à.r.l.  e  Sicily Investment S.à.r.l.  per  un  valore
     massimo   di  70.000  migliaia  di  euro  (Missione   1,
     Programma   3).   Ai   relativi   oneri   si   provvede,
     nell'esercizio   finanziario  2023,  con   le   maggiori
     entrate  di  cui  al Titolo 2, Tipologia  101,  Capitolo
     8109.

       8.  Al  fine di rafforzare l'accesso alle agevolazioni
     al  credito in favore delle imprese operanti in Sicilia,
     le  risorse di cui all'articolo 2 della legge  regionale
     22  febbraio 2019, n. 1 e successive modificazioni e  al
     decreto  dell'Assessore  regionale  per  l'economia   n.
     17/Gab  del  17  giugno 2019 e successive  modificazioni
     sono incrementate, per l'esercizio finanziario 2023,  di
     una  quota  di  12.000  migliaia di  euro  (Missione  1,
     Programma  3)  a  carico  del  bilancio  della   Regione
     siciliana; ai relativi oneri, per il medesimo  esercizio
     finanziario, si provvede con le maggiori entrate di  cui
     al Titolo l, Tipologia 101, capitolo 1218.

       9.  Al  fine  di  garantire  la  gestione  del  canone
     connesso al contratto di prestazione energetica,  Energy
     Performance Contract (EPC) stipulato in data 20  ottobre
     2021,  per  gli interventi di efficientamento energetico
     degli   immobili   e   delle  aree   archeologiche   del
     Dipartimento    regionale   dei   beni    culturali    e
     dell'identità siciliana nel territorio della Regione,  è
     autorizzata  la  spesa  di  105  migliaia  di  euro  per
     l'esercizio finanziario 2023, di 1.250 migliaia di  euro
     per  l'esercizio  finanziario 2024 e,  a  decorrere  dal
     2025  fino  al 2050, di 1.400 migliaia di euro (Missione
     l,  Programma  11); ai relativi oneri si  provvede,  per
     ciascuno  degli esercizi finanziari 2023, 2024  e  2025,
     mediante  corrispondente riduzione  delle  disponibilità
     della  Missione  1,  Programma 11,  capitolo  108559.  A
     decorrere  dall'esercizio finanziario  2026  e  fino  al
     2050,  ai relativi oneri si provvede ai sensi del  comma
     1  dell'articolo  38 del decreto legislativo  23  giugno
     2011, n. 118 e successive modificazioni.

       10.  Il comma 3 dell'articolo 15 della legge regionale
     27 luglio 2023, n. 9 è abrogato.

       11.  Per  le  finalità di cui al comma 3 dell'articolo
     68  della  legge  regionale  7  maggio  2015,  n.  9   e
     successive    modificazioni,    è    autorizzata,    per
     l'esercizio  finanziario  2023,  l'ulteriore  spesa   di
     4.100  migliaia di euro (Missione 12, Programma  4);  ai
     relativi  oneri, per il medesimo esercizio  finanziario,
     si  provvede con le maggiori entrate di cui al Titolo 1,
     Tipologia 101, capitolo 1218.

       12. Per le finalità di cui al comma 2 dell'articolo  7
     della  legge  regionale  22  febbraio  2023,  n.   2   è
     autorizzata,    per   l'esercizio   finanziario    2023,
     l'ulteriore  spesa di 2.500 migliaia di  euro  (Missione
     15,  Programma  3, capitolo 313728); ai relativi  oneri,
     per  il medesimo esercizio finanziario, si provvede  per
     l'importo  di 1.800 migliaia di euro mediante  riduzione
     dell'autorizzazione  di  spesa  di  cui   al   comma   3
     dell'articolo  9 della legge regionale 11  luglio  2023,
     n.  8  e successive modificazioni (Missione 1, Programma
     3,  capitolo 214112) e per l'importo di 700 migliaia  di
     euro  mediante le maggiori entrate di cui al  Titolo  1,
     Tipologia 101, capitolo 1218.

       13.  L'autorizzazione di spesa per le finalità di  cui
     ai  commi  3 e 4 dell'articolo 15 della legge  regionale
     14  maggio  2009,  n.  6  e successive  modificazioni  è
     incrementata,   per   l'esercizio   finanziario    2023,
     dell'importo  di 118.000 migliaia di euro  (Missione  1,
     Programma  11, capitolo 511603); ai relativi oneri,  per
     il  medesimo  esercizio  finanziario,  si  provvede  per
     l'importo   di  euro  117.330.455,65  con  le   maggiori
     entrate  di  cui  al Titolo 2, Tipologia  101,  capitolo
     8109  e per l'importo di euro 669.544,35 con le maggiori
     entrate  di  cui  al Titolo 1, Tipologia  103,  capitolo
     1203.

       14.  È  autorizzata, per l'esercizio finanziario 2023,
     l'erogazione        al       personale        dipendente
     dell'Amministrazione regionale con contratto  di  lavoro
     a    tempo   indeterminato   dell'incremento   di    cui
     all'articolo  3, comma 1, del decreto legge  18  ottobre
     2023,  n. 145 e successive modificazioni con le modalità
     e  nella misura ivi indicate. Ai relativi oneri  per  il
     personale    a    carico    del   bilancio    regionale,
     quantificati,  per  l'esercizio  finanziario  2023,   in
     complessivi  10.700 migliaia di euro  comprensivi  degli
     oneri   contributivi  e  dell'imposta  regionale   sulle
     attività  produttive  di cui al decreto  legislativo  15
     dicembre  1997,  n.  446 e successive modificazioni,  si
     provvede  con  le maggiori entrate di cui al  Titolo  1,
     Tipologia 101, Capitolo 1218.

       15.  Gli  importi  di  cui al comma  14  concorrono  a
     costituire  l'importo massimo complessivo  da  destinare
     al   rinnovo  dei  contratti  del  personale  dipendente
     dell'Amministrazione regionale, ai  sensi  del  comma  1
     dell'articolo 48 del decreto legislativo 30 marzo  2001,
     n.  165  e  successive modificazioni,  per  il  triennio
     2022/2024.

       16.   L'autorizzazione  di  spesa,   per   l'esercizio
     finanziario  2023, per i comuni siciliani ai  sensi  del
     comma  77  dell'articolo  26 della  legge  regionale  22
     febbraio   2023,  n.  2,  finalizzata  al  servizio   di
     vigilanza  per le spiagge libere siciliane è ridotta  di
     400   migliaia  di  euro  (Missione  18,  Programma   1,
     Capitolo 191347).

       17.   L'autorizzazione  di  spesa,   per   l'esercizio
     finanziario  2023, per i comuni siciliani ai  sensi  del
     comma   66   dell'articolo  della  legge  regionale   22
     febbraio  2023,  n. 2 finalizzata alla realizzazione  di
     iniziative  di carattere sociale, economico e  culturale
     a  favore degli enti locali siciliani è incrementata  di
     400   migliaia  di  euro  (Missione  18,  Programma   l,
     Capitolo   191345);  ai  relativi  oneri   si   provvede
     mediante la riduzione di spesa di cui al comma 16.

       18.  L'Assessorato regionale delle autonomie locali  e
     della  funzione pubblica - Dipartimento regionale  delle
     autonomie   locali  è  autorizzato,  per  gli   esercizi
     finanziari  2023-2025,  a valere sulle  assegnazioni  di
     cui al comma 1 dell'articolo 6 della legge regionale  28
     gennaio  2014, n. 5 e successive modificazioni,  per  un
     ammontare  complessivo non superiore a 300  migliaia  di
     euro,  ad  erogare  agli  enti locali  che  ne  avanzino
     richiesta   l'importo   degli   oneri   relativi    alla
     liquidazione  della  quota di  indennità  di  buonuscita
     dovuta  per  il periodo di servizio a tempo determinato,
     antecedente all'entrata in vigore della legge  regionale
     7  marzo 1997, n. 6 e successive modificazioni, prestato
     presso i medesimi enti locali dal personale di cui  alla
     legge  1 giugno 1977, n. 285 e successive modificazioni,
     alla  legge regionale 18 agosto 1978, n. 37 e successive
     modificazioni  e alla legge regionale 30  gennaio  1981,
     n.  8 e successive modificazioni e dal personale di  cui
     alla  legge  regionale  10  agosto  1985,  n.  37,  come
     modificata dalla legge regionale 15 maggio 1986,  n.  26
     ed  esigibile  alla  cessazione del rapporto  di  lavoro
     come trasformato a tempo indeterminato.

       19.  Al comma 17 dell'articolo 8 della legge regionale
     25  maggio  2022,  n. 13, come modificato  dal  comma  3
     dell'articolo 3 della legge regionale 22 febbraio  2023,
     n.  2  le  parole   pari a 1.970 migliaia  di  euro  per
     ciascuno  degli esercizi finanziari 2022, 2023,  2024  e
     2025    sono  sostituite  dalle  parole   pari  a  2.300
     migliaia  di euro per l'esercizio finanziario 2023  e  a
     1.600 migliaia di euro per gli esercizi finanziari  2024
     e 2025 .

       20.  Per  l'esercizio  finanziario  2023  non  trovano
     applicazione le disposizioni sanzionatorie  relative  ai
     trasferimenti  per  forme di democrazia  partecipata  di
     cui  al  secondo periodo del comma 1 e al comma 1 quater
     dell'articolo  6 della legge regionale 28 gennaio  2014,
     n. 5 e successive modificazioni.

       21.  Per  le  finalità del comma  16  dell'articolo  8
     della   legge  regionale  25  maggio  2022,  n.   13   è
     autorizzata,    per   l'esercizio   finanziario    2023,
     l'ulteriore  spesa  di 52 migliaia di  euro  cui  si  fa
     fronte  a valere sui trasferimenti regionali di  cui  al
     comma  1  dell'articolo  6  della  legge  regionale   28
     gennaio  2014,  n.  5  e  successive  modificazioni  per
     l'anno 2023.

       22.  Al comma 13 dell'articolo 3 della legge regionale
     22  febbraio 2023, n. 2 le parole  nell'anno precedente
     sono   sostituite  dalle  parole   nel  penultimo   anno
     precedente .

       23.  Il comma 8 dell'articolo 15 della legge regionale
     27 luglio 2023, n. 9 è sostituito dal seguente:

        8.  Per le finalità di cui alla lettera d) del  comma
     15  dell'articolo  3 della legge regionale  22  febbraio
     2023,  n.  2, il Dipartimento regionale della Protezione
     civile provvede al riparto delle somme sulla base  delle
     richieste     inoltrate    dai    comuni    interessati,
     trasferendoli     agli     stessi     che     provvedono
     all'istruttoria ed all'erogazione dei ristori in  favore
     dei  soggetti  danneggiati, sulla base  delle  direttive
     del   medesimo  Dipartimento  che  fissano   criteri   e
     modalità. .

       24.  Al  fine  di  garantire  i  fondi  necessari  per
     l'affidamento  dei servizi di ingegneria, indispensabili
     per   l'aggiornamento  e  l'adeguamento   del   progetto
     definitivo  generale  del porto di  Bonagia   Lavori  di
     potenziamento  delle opere marittime esistenti  ai  fini
     della  messa  in  sicurezza (ex art. 5 l.r.  21/98)   al
     nuovo  codice dei contratti pubblici di cui  al  decreto
     legislativo  31 marzo 2023 , n. 36, e per gli  studi  di
     settore  necessari  per  il  parere  VIA/VAS  presso  il
     Ministero  dell'Ambiente, è autorizzata, per l'esercizio
     finanziario  2023,  la  spesa di 265  migliaia  di  euro
     (Missione  10, Programma 3); ai relativi oneri,  per  il
     medesimo  esercizio  finanziario,  si  provvede  con  le
     maggiori  entrate  di cui al Titolo  2,  Tipologia  101,
     capitolo 8109.

       25.  L'autorizzazione  di spesa  di  cui  al  comma  3
     dell'articolo  118 - Tabella 1 - della  legge  regionale
     n.  2/2023,  per  le finalità della legge  regionale  11
     agosto  2017,  n.  16 e successive modificazioni  e  del
     comma  5 dell'articolo 6 della legge regionale n. 2/2023
     (Missione   10,   Programma  2,   capitolo   273710)   è
     incrementata,   per   l'esercizio   finanziario    2023,
     dell'importo  di  1.000 migliaia di  euro;  ai  relativi
     oneri,   per  il  medesimo  esercizio  finanziario,   si
     provvede    mediante   riduzione   di    pari    importo
     dell'autorizzazione  di  spesa  di  cui   al   comma   3
     dell'articolo  118 - Tabella 1 - della  legge  regionale
     n.  2/2023,  per le finalità dell'articolo 7  bis  della
     legge  regionale  9  agosto 2002,  n.  12  e  successive
     modificazioni  e  del  comma 5  dell'articolo  48  della
     legge  regionale  17  marzo 2016,  n.  3  (Missione  10,
     Programma 2, capitolo 273708).

       26.  Per  far fronte agli oneri derivanti dal  rinnovo
     del  contratto  collettivo di lavoro  del  personale  di
     ruolo   dell'Ente   di  sviluppo   agricolo   (ESA)   il
     Dipartimento  regionale dell'agricoltura è  autorizzato,
     per  l'esercizio finanziario 2023, a trasferire all'Ente
     un  contributo  straordinario nella  misura  massima  di
     1.200  migliaia di euro (Missione 16, Programma  1);  ai
     relativi  oneri  si provvede, per il medesimo  esercizio
     finanziario,  mediante le maggiori  entrate  di  cui  al
     Titolo 2, Tipologia 101, capitolo 8109.

       27.   Al   fine   di  consentire  l'estinzione   delle
     procedure  esecutive derivanti dai  contenziosi  tra  il
     Consorzio di bonifica di Siracusa e Enel S.p.A.,  giusta
     sentenza  del  TAR  di  Catania  n.  276/2016  per  euro
     430.000,00, tra il Consorzio di bonifica di  Siracusa  e
     Enel   S.p.A.,   giusta   sentenza   n.   2524/2023   di
     opposizione  al decreto ingiuntivo n. 98/2013  per  euro
     140.117,10, tra il Consorzio di bonifica di  Siracusa  e
     Banca  Sistema,  giusto  giudizio  di  ottemperanza  TAR
     Catania   3193/2022  per  euro  2.022.419,05,   tra   il
     Consorzio  di  bonifica  di  Siracusa  e  Officine  CTS,
     giusto   decreto   ingiuntivo   esecutivo   emesso   dal
     Tribunale  di Siracusa n. 1728/2022 per euro  462.637,05
     e   al   fine   di  estinguere  i  pignoramenti   presso
     l'istituto  tesoriere  del  Consorzio  di  bonifica   di
     Siracusa  per  un  ammontare pari a euro  803.386,69,  è
     concesso   al   medesimo  Consorzio,   per   l'esercizio
     finanziario  2023,  un contributo straordinario  pari  a
     3.860  migliaia di euro (Missione 16, Programma  1);  ai
     relativi  oneri, per il medesimo esercizio  finanziario,
     si  provvede  mediante le maggiori  entrate  di  cui  al
     Titolo 2, Tipologia 101, Capitolo 8109.

       28.  In  relazione allo stato di crisi conseguente  al
     conflitto   Russia  -  Ucraina,  alle  cantine   sociali
     costituite  in  forma cooperativa, con  sede  legale  ed
     operativa  sul  territorio regionale che trasformano  le
     uve  e  commercializzano  vini prodotti  nella  regione,
     possono  essere concessi aiuti compensativi dei maggiori
     oneri  finanziari  sostenuti in ragione  dell'incremento
     dei  tassi  di interesse sui mutui e prestiti di  durata
     annuale  e ultrannuale. Gli aiuti sono concessi  fino  a
     concorrenza  delle  risorse  allo  scopo  destinate  dal
     comma  37,  in relazione ai maggiori oneri  sostenuti  a
     partire  dal  24  febbraio 2022 e fino  al  30  novembre
     2023,   per  i  mutui  e  i  prestiti  accesi  in   data
     antecedente al 24 febbraio 2022, nonché in relazione  al
     differenziale  degli oneri finanziari  sostenuti  per  i
     mutui   e   i  prestiti  contratti  entro  il   predetto
     intervallo  temporale, con riferimento  alla  media  del
     tasso  di  interesse armonizzato per prestiti a  società
     non  finanziarie  rilevato per  il  triennio  precedente
     dalla Banca d'Italia.

       29.  Gli aiuti di cui al comma 28 sono concessi  entro
     i  limiti  ed  in  conformità  alle  vigenti  previsioni
     dell'ordinamento   comunitario  con   riferimento   alla
     sezione  2.1 del Quadro temporaneo di crisi di cui  alla
     Comunicazione 17 marzo 2023 n. 2023/C101/03.

       30.   Con   decreto   dell'Assessore   regionale   per
     l'agricoltura,   lo   sviluppo   rurale   e   la   pesca
     mediterranea, da emanarsi entro dieci giorni dalla  data
     di   entrata  in  vigore  della  presente  legge,   sono
     determinate  le modalità di attuazione della concessione
     degli aiuti di cui al comma 28.

       31.  Per le finalità di cui al comma 28 è autorizzata,
     per  l'esercizio  finanziario 2023, la  spesa  di  8.000
     migliaia  di  euro  (Missione 16, Programma  1)  cui  si
     provvede:

       a)  quanto  a 6.000 migliaia di euro, con le  maggiori
     entrate  di  cui  al Titolo 2, Tipologia  101,  capitolo
     8109;

       b)   quanto  a  euro  1.595.200,37,  con  le  maggiori
     entrate  di  cui  al Titolo 1, Tipologia  103,  capitolo
     1203;

       c)  quanto a euro 404.799,63, mediante riduzione della
     quota di disavanzo iscritta al capitolo 000004.

       32.  Il  Dipartimento  regionale  dell'agricoltura   è
     autorizzato,   per  l'esercizio  finanziario   2023,   a
     definire    il   contenzioso   con   Unicredit    S.p.A.
     concernente   la   definizione  delle  poste   contabili
     relative   a  contributi  afferenti  le  operazioni   di
     credito   agrario,  con  un  accordo   transattivo,   da
     stipulare  previa  acquisizione  del  parere  favorevole
     dell'Avvocatura dello Stato, nei limiti  di  un  importo
     massimo   di  1.000  migliaia  di  euro  (Missione   16,
     Programma  1);  ai  relativi  oneri,  per  il   medesimo
     esercizio finanziario, si provvede mediante le  maggiori
     entrate  di  cui  al Titolo 2, Tipologia  101,  capitolo
     8109.

       33.  Al comma 6 dell'articolo 25 della legge regionale
     12  maggio  2020,  n. 9 e successive  modificazioni,  le
     parole   L'ammontare delle risorse di cui al comma  5  è
     destinato, nel limite massimo dell'ottanta per  cento  e
     fino  ad  un importo massimo di 2.000 migliaia di  euro
     sono  sostituite  dalle  parole  A  decorrere  dall'anno
     2022,  l'ammontare delle risorse di cui  al  comma  5  è
     destinato,  nel  limite massimo  di  2.000  migliaia  di
     euro, ;  ai  relativi oneri per l'esercizio  finanziario
     2023   (Missione  9,  Programma  2,  capitolo   442545),
     quantificati  in 344 migliaia di euro, si  provvede  con
     le  maggiori entrate di cui al Titolo 1, Tipologia  101,
     capitolo  1218 per l'importo di 314 migliaia di  euro  e
     con   parte   delle  disponibilità  della  Missione   9,
     Programma  2,  capitolo  442568  per  l'importo  di   30
     migliaia di euro.

       34.  Al  fine di garantire il cofinanziamento  per  le
     finalità del comma 368 della legge 30 dicembre 2021,  n.
     234  è  autorizzata la spesa di 2.115 migliaia  di  euro
     per  l'esercizio finanziario 2023 (Missione 6, Programma
     1,  capitolo 872063); ai relativi oneri, per il medesimo
     esercizio  finanziario,  si  provvede  con  le  maggiori
     entrate  di  cui  al  Titolo 1, Tipologia  101  capitolo
     1218.

       35.  Il comma 1 dell'articolo 51 della legge regionale
     23 febbraio 2023, n. 2 è sostituito dal seguente:

        1.   Le  disposizioni  di  cui  ai  commi   1   e   2
     dell'articolo  1  del decreto legge 28 giugno  2019,  n.
     59,  convertito con modificazioni dalla legge  8  agosto
     2019,   n.   81  e  successive  modificazioni,   trovano
     integrale applicazione agli enti di cui all'articolo  35
     della  legge regionale 26 marzo 2002, n. 2 e  successive
     modificazioni  vigilati dalla Regione siciliana  e  agli
     enti di cui alla lettera a) del comma 1 dell'articolo  2
     del  decreto  legislativo  29  giugno  1996,  n.  367  e
     successive modificazioni presenti in Sicilia. Tali  enti
     completano  le  procedure previste dal  citato  comma  2
     dell'articolo  1 del decreto legge n. 59/2019  entro  la
     data del 31 dicembre 2024. .

                              Art. 23.
         Interventi per la promozione turistica e culturale

       1.  Per la realizzazione di interventi e programmi  di
     promozione  turistica  e culturale  è  autorizzata,  per
     l'esercizio  finanziario 2023, la spesa  complessiva  di
     5.630  migliaia  di euro (Missione 7,  Programma  1)  da
     destinare  in  favore  degli enti  di  cui  all'allegata
     Tabella 1.

       2.  L'Assessore regionale per il turismo, lo  sport  e
     lo  spettacolo è autorizzato a ripartire le  risorse  di
     cui  al comma 1 in favore degli enti di cui all'allegata
     Tabella  1 che presentino apposita istanza, entro  sette
     giorni  dalla  data di entrata in vigore della  presente
     legge,   contenente   le  finalità  dell'intervento   da
     realizzare.

       3. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari  a
     5.630  migliaia  di  euro  per  l'esercizio  finanziario
     2023,  si provvede per l'importo corrispondente  con  le
     maggiori  entrate  di cui al Titolo  1,  tipologia  101,
     capitolo 1218.

                              Art. 24.
        Contributi straordinari per interventi di promozione
                               sociale

       1.  Per la realizzazione di interventi e programmi  di
     promozione   sociale  è  autorizzata,  per   l'esercizio
     finanziario   2023,  la  spesa  complessiva   di   1.660
     migliaia di euro (Missione 12, Programma 7).

       2.  La  spesa  di  cui al comma 1  è  destinata  quale
     contributo straordinario ai beneficiari nella  misura  e
     per le finalità di seguito indicate:

       a)   all'associazione  Angeli della notte, solidarietà
     e  donazione sociale  onlus di Palermo, per attività  di
     contrasto  alle situazioni straordinarie  di  indigenza,
     assistenza  ai  senzatetto  e  per  l'adeguamento  delle
     strutture   per   il   perseguimento   delle    finalità
     statutarie, per l'importo di 20 migliaia di euro;

       b)  all'associazione  Anirbas  onlus di  Palermo,  per
     attività  di contrasto alle situazioni straordinarie  di
     indigenza,  assistenza ai senzatetto e per l'adeguamento
     delle  strutture  per  il perseguimento  delle  finalità
     statutarie, per l'importo di 20 migliaia di euro;

       c)   alla  cooperativa  sociale   Omnia  service    di
     Palermo,  per  attività  di  contrasto  alle  situazioni
     straordinarie di indigenza, assistenza ai  senzatetto  e
     per  l'adeguamento delle strutture per il  perseguimento
     delle  finalità statutarie, per l'importo di 20 migliaia
     di euro;

       d)  all'associazione  Auser - Circolo Biagio Giordano
     di   Monreale,  per  il  perseguimento  delle   finalità
     statutarie, per l'importo di 10 migliaia di euro;

       e)   all'associazione   Overland   Protezione   civile
     volontariato   di  Monreale, per il perseguimento  delle
     finalità  statutarie, per l'importo di  10  migliaia  di
     euro;

       f)  all'associazione  Evergreen -  Protezione  civile
     di   Monreale,  per  il  perseguimento  delle   finalità
     statutarie, per l'importo di 10 migliaia di euro;

       g)   alla  Croce  Rossa  Italia  -  comitato  di   San
     Salvatore  di  Fitalia Odv, per il  perseguimento  delle
     finalità  statutarie, per l'importo di  70  migliaia  di
     euro;

       h)  al  comitato regionale ANSPI Sicilia  Aps-Ets  con
     sede  in  Rocca  di  Capri  Leone,  perseguimento  delle
     finalità  statutarie, per l'importo di  30  migliaia  di
     euro;

       i)  all'Istituto  Sacro Cuore del Verbo incarnato   di
     Marsala,   per   attività  di  sostegno   sociale,   per
     l'importo di 10 migliaia di euro;

       j)  al libero Consorzio comunale di Agrigento, per  la
     realizzazione  di iniziative sul territorio  a  sostegno
     dei  nuclei  familiari  in condizione  di  disagio,  per
     l'importo di 50 migliaia di euro;

       k)  all'associazione   Vida Loca   di  Avola,  per  la
     realizzazione della manifestazione  Con voi nonni ,  per
     l'importo di 25 migliaia di euro;

       l)  al  comune di Capaci, per l'importo di 30 migliaia
     di   euro,   di   cui  20  migliaia  per   attività   di
     monitoraggio  del territorio attraverso  la  stipula  di
     convenzioni   con  associazioni  locali  di   protezione
     civile  e  10  migliaia  per iniziative  promosse  dalla
      Consulta delle donne ;

       m)  all'associazione   Il Tesoro Ritrovato  -  Ragazzi
     diversamente  abili   onlus di  Belmonte  Mezzagno,  per
     attività   di   integrazione  sociale  di  persone   con
     disabilità, per l'importo di 20 migliaia di euro;

       n)  all'associazione  Autismile-Arriva  l'aurora   ETS
     di  Partinico,  per attività di sensibilizzazione  sulle
     tematiche dell'autismo, per l'importo di 20 migliaia  di
     euro;

       o)  all'associazione  GenerAzione attiva   di  Carini,
     per  attività  di  sensibilizzazione  e  contrasto  alle
     mafie ed alla criminalità organizzata, per l'importo  di
     10 migliaia di euro;

       p)  al  Piccolo seminario arcivescovile Sacro Cuore di
     Gesù   di  Biancavilla, per azioni  volte  al  contrasto
     della  dispersione scolastica e della devianza minorile,
     per l'importo di 50 migliaia di euro;

       q)  all'associazione Le.L.A.T. onlus di  Messina,  per
     il   perseguimento   delle  finalità   statutarie,   per
     l'importo di 50 migliaia di euro;

       r)  all'associazione  I clown dottori  di  ci  ridiamo
     su    di  Ragusa,  per  la  realizzazione  del  progetto
      Libere   tenerezze  -  laudato  si   presso   la   casa
     circondariale  di Ragusa, per l'importo di  50  migliaia
     di euro;

       s)  alla  cooperativa sociale  Terra Iblea  di Ragusa,
     per  la  realizzazione di progetti  volti  all'autonomia
     reale   delle  persone  con  disabilità  psichica,   per
     l'importo di 50 migliaia di euro;

       t)  all'associazione  Dives in Misericordia  onlus  di
     Gela,   per  le  attività  socio-culturali  del   centro
      Piccola casa della Misericordia , per l'importo di  100
     migliaia di euro;

       u)  all'associazione  La Casa di Giulio   di  Palermo,
     per  l'acquisto  di  un'unità mobile da  utilizzare  per
     attività  connesse alla lotta all'uso del crack,  nonché
     alla  sensibilizzazione sui pericoli legati  all'uso  di
     altre   sostanze  stupefacenti,  per  l'importo  di   80
     migliaia di euro;

       v)   all'associazione   Telejato   di  Borgetto,   per
     attività connesse al mantenimento della sede sita in  un
     bene  immobile  confiscato alla criminalità  organizzata
     nonché  per  l'acquisto  di attrezzatura  digitale,  per
     l'importo di 20 migliaia di euro;

       w)  all'associazione  Triscele onlus  di Palermo,  per
     il  potenziamento delle attività istituzionali in favore
     dei  soggetti fragili, per l'importo di 25  migliaia  di
     euro;

       x)  al  comune di Ramacca, per la realizzazione di  un
     progetto   di   marketing  territoriale  ed   inclusione
     sociale  e  scolastica, per l'importo di 50 migliaia  di
     euro;

       y)  alla  Caritas - sezione di Ribera, per le attività
     di  distribuzione di derrate alimentari  in  favore  dei
     nuclei   familiari  in  condizioni  di  indigenza,   per
     l'importo di 25 migliaia di euro;

       z)   al  consolato  regionale  per  la  Sicilia  della
     Federazione   Maestri  del  lavoro  d'Italia ,  per   il
     perseguimento  delle finalità statutarie, per  l'importo
     di 25 migliaia di euro;

       aa)  al comune di Sortino, per garantire l'operatività
     del   Centro  incontro anziani ,  per  l'importo  di  20
     migliaia di euro;

       bb)  al comune di Sortino, per l'acquisto di un  mezzo
     di  trasporto  a  servizio delle attività  sociali,  per
     l'importo di 30 migliaia di euro;

       cc)  alla Fondazione Tommaso Dragotto di Palermo,  per
     lo  svolgimento  dell'iniziativa  Un magico  Natale   in
     favore di ragazzi a rischio di marginalità sociale,  per
     l'importo di 100 migliaia di euro;

       dd)    alla   comunità   di   Sant'Egidio,   per    il
     perseguimento delle finalità statutarie e  sociali,  per
     l'importo di 50 migliaia di euro;

       ee)  all'associazione  Parco Uditore  di Palermo,  per
     attività  di  gestione  dell'omonima  area  verde,   per
     l'importo di 200 migliaia di euro;

       ff)   al   comune   di  Monforte  San   Giorgio,   per
     l'espletamento   del   servizio  di   mensa   scolastica
     destinato  agli  alunni della scuola  dell'obbligo,  per
     l'importo di 40 migliaia di euro;

       gg)  all'associazione  Missione speranza e carità   di
     Palermo  un  contributo straordinario per lo svolgimento
     delle   attività  statutarie,  per  l'importo   di   150
     migliaia di euro;

       hh)  alla cooperativa SCODRE di Caltanissetta, per  lo
     svolgimento  di  attività  sociali  e  l'implementazione
     delle  finalità  mutualistiche,  per  l'importo  di   50
     migliaia di euro;

       ii)   alla   parrocchia   Maria  SS.  Incoronata    di
     Messina,  per  interventi finalizzati alla realizzazione
     di  un centro di aggregazione giovanile per l'importo di
     25 migliaia di euro;

       jj)  alla  parrocchia  di San Lorenzo  di  Mazara  del
     Vallo,  per la ristrutturazione della struttura sportiva
     di pertinenza, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       kk)   alla   confraternita   della   Misericordia   di
     Casteltermini,  per l'acquisto di un  automezzo  per  il
     trasporto   di   anziani  e  disabili   assistiti,   per
     l'importo di 25 migliaia di euro;

       ll)  al  comune di Cianciana, per la realizzazione  di
     un  ambulatorio infermieristico comunale, per  l'importo
     di 40 migliaia di euro.

       3. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari  a
     1.660  migliaia  di  euro  per  l'esercizio  finanziario
     2023,  si provvede per l'importo corrispondente  con  le
     maggiori  entrate  di cui al Titolo  1,  tipologia  103,
     capitolo 1203.

                              Art. 25.
       Contributi straordinari per investimenti, interventi di
                            manutenzione,
              riqualificazione e completamento di opere

       1.   Per  la  realizzazione  di  investimenti   e   di
     interventi      di      progettazione,      manutenzione
     straordinaria,   riqualificazione  e  completamento   di
     opere  ed  infrastrutture è autorizzata, per l'esercizio
     finanziario   2023,  la  spesa  complessiva   di   9.524
     migliaia di euro.

       2.  La  spesa  di  cui al comma 1  è  destinata  quale
     contributo straordinario ai beneficiari nella  misura  e
     per le finalità di seguito indicate:

       a)  al comune di Comiso, per la realizzazione di un parcheggio
     scoperto nell'area di via Roma antistante il liceo  Giosuè
     Carducci , per l'importo di 230 migliaia di euro;

       b)  al comune di Partanna, per interventi di miglioramento della
     viabilità sulla strada comunale  Torre di maggio , per l'importo
     di 150 migliaia di euro;

       c)  al comune di Campobello di Mazara, per interventi di
     manutenzione ed allestimento dell'immobile confiscato di viale
     Risorgimento da destinare a biblioteca comunale e  Caffè
     Alzheimer , per l'importo di 40 migliaia di euro;

       d)  al comune di Naso, per interventi di ripristino dell'aula
     consiliare a seguito della demolizione dell'antico municipio
     causato dalla frana nel centro storico, per l'importo di 30
     migliaia di euro;

       e)  al comune di Monreale, per interventi di manutenzione
     straordinaria sulla rete viaria in condizione di dissesto, per
     l'importo di 200 migliaia di euro;

       f)  al comune di Belpasso, per interventi di messa in sicurezza
     della viabilità nella zona industriale di Piano Tavola, per
     l'importo di 250 migliaia di euro;

       g)  al comune di Acireale, per interventi di manutenzione
     stradale su via Cristoforo Colombo, per l'importo di 270 migliaia
     di euro;

       h)  al libero Consorzio di Trapani, per interventi urgenti
     finalizzati  al ripristino della viabilità sulla  strada
     provinciale n. 84, per l'importo di 180 migliaia di euro;

       i)  alla parrocchia  SS. Antonio e Vincenzo  di Licata, per
     interventi di messa in sicurezza e per la sostituzione degli
     infissi della casa canonica, per l'importo di 50 migliaia di
     euro;

       j)  al comune di Montevago, per l'acquisto di uno scuolabus
     elettrico, per l'importo di 120 migliaia di euro;

       k)  alla parrocchia  San Michele Arcangelo  di Sciacca, per
     interventi di ripristino e rifacimento della volta e delle pareti
     danneggiate da infiltrazioni, per l'importo di 50 migliaia di
     euro;

       l)  alla Parrocchia  Santa Flavia  di Caltanissetta, per
     interventi di manutenzione e messa in sicurezza, per l'importo di
     25 migliaia di euro;

       m)  al consorzio universitario di Caltanissetta, per l'acquisto
     di attrezzature finalizzate all'implementazione dell'attività
     didattica, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       n)  al comune di Casteltermini, per interventi di manutenzione
     straordinaria della rete viaria, per l'importo di 50 migliaia di
     euro;

       o)  al comune di Montelepre, per la definizione del terzo lotto
     esecutivo dei lavori di manutenzione straordinaria e messa in
     sicurezza del parco urbano, per l'importo di 124 migliaia di
     euro;

       p)  alla parrocchia  San Giuseppe  di Rosolini, per interventi di
     manutenzione straordinaria della Chiesa madre, per l'importo di
     35 migliaia di euro;

       q)  al  Monastero della Visitazione S. Maria  di Rosolini, per
     interventi di manutenzione straordinaria, per l'importo di 65
     migliaia di euro;

       r)  al comune di Floridia, per interventi di rigenerazione
     urbana, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       s)   al comune di Belmonte Mezzagno, per interventi di
     manutenzione ed adeguamento funzionale della  Casa della musica ,
     per l'importo di 100 migliaia di euro;

       t)  al comune di Capaci, per l'installazione di un parco giochi e
     l'inserimento di elementi di arredo urbano nella piazza Calogero
     Troia, per l'importo di 80 migliaia di euro;

       u)  al comune di Cefalù, per la realizzazione di un parco giochi
     e l'installazione di arredi urbani sul lungomare Giuseppe
     Giardina, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       v)  al comune di Pedara, per il completamento dell'area
     antistante la chiesa di Maria SS. Immacolata, per l'importo di
     100 migliaia di euro;

       w)  al comune di Giarre, per l'abbattimento delle barriere
     architettoniche  e/o per interventi  volti  a  garantire
     l'accessibilità e visibilità della biblioteca comunale  Domenico
     Cucinotta , per l'importo di 50 migliaia di euro;

       x)  al comune di Linguaglossa, per interventi volti a garantire
     la sicurezza del transito pedonale sul tratto urbano della strada
     statale 120, per l'importo di 150 migliaia di euro;

       y)  al comune di Militello Val di Catania, per il completamento
     dell'intervento di manutenzione straordinaria del centro
     polisportivo comunale di viale Regina Margherita, per l'importo
     di 150 migliaia di euro;

       z)  al comune di Grotte per interventi di manutenzione delle vie
     Carlo Alberto Dalla Chiesa, Aldo Moro, Rosario Livatino e
     Piersanti Mattarella, per l'importo di 200 migliaia di euro;

       aa) alla parrocchia  Maria SS. Annunziata  di San Teodoro, per la
     progettazione ed esecuzione di interventi di manutenzione
     straordinaria ed adeguamento funzionale dell'edificio di culto,
     per l'importo di 100 migliaia di euro;

       bb) al comune di Saponara, per interventi di manutenzione
     straordinaria ed adeguamento della sala consiliare, per l'importo
     di 50 migliaia di euro;

       cc) al comune di Savoca, per interventi di manutenzione
     straordinaria ed adeguamento funzionale della chiesa di Santa
     Rosalia in Rina, per l'importo di 100 migliaia di euro;

       dd) al comune di Assoro, per la riqualificazione di piazza
     Umberto I, per l'importo di 100 migliaia di euro;

       ee) al comune di Vittoria, per il completamento del restauro di
     palazzo Iacono, per l'importo di 250 migliaia di euro;

       ff) al comune di Licata, per interventi manutentivi ed oneri
     gestionali dell'elisuperficie  Tenente pilota Nicolò  De
     Pasquali , per l'importo di 100 migliaia di euro;

       gg) al comune di Villafrati, per l'acquisto di scuolabus, mezzi
     tecnici e mezzi di trasporto per disabili, per l'importo di 150
     migliaia di euro;

       hh) al comune di Cattolica Eraclea, per l'acquisto di scuolabus,
     mezzi tecnici e mezzi di trasporto per disabili, per l'importo di
     70 migliaia di euro;

       ii)  al comune di Siracusa, per il completamento della
     tensostruttura ubicata nel perimetro della  Cittadella dello
     sport , per l'importo di 150 migliaia di euro;

       jj) al comune di Castelvetrano, per l'esecuzione di lavori di
     manutenzione straordinaria sul plesso Cadorna della II direzione
     didattica statale circolo  Giuseppe Di Matteo , per l'importo di
     150 migliaia di euro;

       kk) al comune di Paternò, per interventi di manutenzione
     straordinaria di strade, marciapiedi ed arredo urbano di tratti
     di via Canonico Renna - angolo via Mondello, corso Italia e via
     G.B. Nicolosi, per l'importo di 150 migliaia di euro;

       ll) al comune di Palermo, per l'importo di 70 migliaia di euro,
     di cui 50 migliaia di euro per la realizzazione di uno spazio
     attrezzato per la pratica motoria outdoor nell'area di piazza
     Magione e 20 migliaia di euro per la riqualificazione e la
     rigenerazione del campetto di calcio nella medesima area, e per
     l'importo di 30 migliaia di euro per la riqualificazione dello
     spazio attrezzato per la pratica motoria esterna presso la Villa
     Giardino  Vincenzo Florio  Casa Rocca;

       mm) al comune di Ramacca, per interventi di riqualificazione
     urbana, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       nn) al comune di Mascali, per interventi di manutenzione
     straordinaria del campo sportivo comunale, per l'importo di 50
     migliaia di euro;

       oo) al comune di Saponara, per interventi di ripristino e
     rivitalizzazione urbana a seguito degli eccezionali eventi
     atmosferici che hanno interessato il territorio comunale, per
     l'importo di 50 migliaia di euro;

       pp) al comune di Raccuja, per interventi di rigenerazione urbana
     finalizzati alla valorizzazione turistica delle vie d'accesso e
     dei vicoli adiacenti il Castello Branciforti, per l'importo di 25
     migliaia di euro;

       qq) al comune di Riposto, per interventi di riqualificazione
     dell'impianto sportivo  Luigi Averna , per l'importo di 100
     migliaia di euro;

       rr) al comune di Brolo, per interventi di funzionalizzazione
     della struttura polivalente di piazza Annunziatella, per
     l'importo di 300 migliaia di euro;

       ss) al comune di Cerda, per la realizzazione di interventi di
     progettazione, manutenzione straordinaria e riqualificazione di
     infrastrutture, per l'importo di 250 migliaia di euro;

       tt) al comune di Monterosso Almo, per l'acquisto di scuolabus,
     mezzi tecnici e mezzi per il trasporto di disabili, per l'importo
     di 75 migliaia di euro;

       uu) al comune di San Giovanni la Punta, per l'acquisto di
     scuolabus, mezzi tecnici e mezzi per il trasporto di disabili,
     per l'importo di 100 migliaia di euro;

       vv) al comune di Sciacca, per la realizzazione di un'area giochi
     e sport per bambini, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       ww) al comune di Mineo, per la riqualificazione del campo
     comunale di calcio a 5 di largo Francesco Crispi, per l'importo
     di 50 migliaia di euro;

       xx) al comune di Grammichele, per la riqualificazione dell'area
     giochi di piazza Dante e la collocazione di attrezzature ludiche
     ed arredi urbani, per l'importo di 60 migliaia di euro;

       yy) al comune di San Michele di Ganzaria, per la riqualificazione
     dell'immobile di via S.T. La Rosa da destinare a comunità
     alloggio per anziani e soggetti in difficoltà, per l'importo di
     50 migliaia di euro;

       zz) al comune di San Pietro Clarenza, per l'acquisto di arredi
     per la sala consiliare, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       aaa)al comune di Licata, per interventi di pulizia straordinaria
     delle caditoie, per l'importo di 50 migliaia di euro;

       bbb)al comune di Melilli, per interventi di manutenzione
     straordinaria sul santuario di San Sebastiano, per l'importo di
     20 migliaia di euro;

       ccc)alla parrocchia  San Nicola di Bari  della frazione di
     Brucoli nel Comune di Augusta, per opere di manutenzione
     straordinaria, per l'importo di 20 migliaia di euro;

       ddd)alla parrocchia  San Paolo Apostolo  di Solarino, per opere
     di manutenzione straordinaria sulla Chiesa Madre, per l'importo
     di 20 migliaia di euro;

       eee)alla parrocchia  San Francesco d'Assisi  di Pachino, per
     opere di manutenzione straordinaria, per l'importo di 20 migliaia
     di euro;

       fff)al comune di Carlentini, per la riqualificazione del campo di
     calcio a 5 e dell'annessa area ludica della frazione Pedagaggi,
     per l'importo di 50 migliaia di euro;

       ggg) al comune di Tremestieri Etneo, per la riqualificazione del
     campo di calcio a 5, per l'importo di 20 migliaia di euro;

       hhh)al comune di Maniace, per la riqualificazione della palestra
     comunale, per l'importo di 40 migliaia di euro;

       iii)al comune di Paternò, per la riqualificazione della
     pavimentazione del palazzetto dello sport  Peppino Impastato ,
     per l'importo di 40 migliaia di euro;

       jjj)al comune di Fiumefreddo di Sicilia, per la riqualificazione
     dello stadio comunale  A. Rossi , per l'importo di 40 migliaia di
     euro;

       kkk)al comune di Valverde, per la riqualificazione del campo da
     hockey di via Seminara, per l'importo di 40 migliaia di euro;

       lll)al comune di Modica, per l'adeguamento agli obiettivi di
     funzionalità strutturale degli impianti sportivi in uso a società
     affiliate alle federazioni nazionali, per l'importo di 50
     migliaia di euro;

       mmm)al comune di Letojanni, per la riqualificazione e la
     sistemazione ai fini della mobilità urbana delle aree adiacenti
     alla via Sillemi e c.da Acqua Marina, per l'importo di 100
     migliaia di euro;

       nnn)al comune di Regalbuto, per interventi di messa in sicurezza
     e manutenzione straordinaria della strada comunale di contrada
     Dardari, per l'importo di 100 migliaia di euro;

       ooo)al comune di Avola, per la riqualificazione e la sistemazione
     pedonale e ciclabile di piazza Esedra, per l'importo di 250
     migliaia di euro;

       ppp)al comune di Gibellina, per attività, azioni e interventi di
     restauro, manutenzione, valorizzazione e promozione del Cretto di
     Alberto Burri e delle altre opere ed installazioni en plein air e
     per l'incremento del patrimonio di arte contemporanea della
     città, per l'importo di 200 migliaia di euro;

       qqq)al comune di Ciminna, per l'acquisto del Palazzo Cascio, per
     l'importo di 500 migliaia di euro;

       rrr)al comune di Patti, per lavori di completamento del cine-
     teatro comunale  Beniamino Joppolo , per l'importo di 180
     migliaia di euro;

       sss)alla Parrocchia Cattedrale  San Giovanni Battista  di Ragusa,
     per il restauro dell'organo  Serassi Tamburini , per l'importo di
     270 migliaia di euro;

       ttt) al comune di Giarre, per la ristrutturazione del Palazzetto
     dello Sport  Palacannavò , per l'importo di 100 migliaia di euro;

       uuu)alla parrocchia  Santa Barbara  di Paternò, per la
     realizzazione del primo stralcio operativo degli interventi di
     manutenzione e messa in sicurezza dell'edificio di culto, per
     l'importo di 200 migliaia di euro;

       vvv)al comune di Paternò, per la manutenzione degli impianti
     dell'auditorium Don Milani, per l'importo di 100 migliaia di
     euro;

       www)al comune di Ribera per la manutenzione degli impianti
     sportivi, per l'importo di 200 migliaia di euro;

       xxx)al libero Consorzio comunale di Ragusa per la realizzazione
     di un impianto di illuminazione sulla SP 23 (Ragusa Ibla-Noto, II
     tratto), per l'importo di 200 migliaia di euro;

       yyy)al libero Consorzio comunale di Ragusa per la realizzazione
     di un impianto di illuminazione sulla SP 59 tra l'intersezione
     con la SP 23 e il tratto declassato all'interno del comune di
     Modica (RG), per l'importo di 90 migliaia di euro;

       zzz) al comune di Messina per la progettazione e la collocazione
     di barriere frangiflutti nella zona compresa tra Ponte Schiavo e
     Giampilieri, per l'importo di 175 migliaia di euro;

       aaaa)    al comune di Mineo per interventi di manutenzione
     straordinaria della rete fognaria danneggiata dagli eventi
     calamitosi del 9 e 10 febbraio 2023, per l'importo di 50 migliaia
     di euro;

       bbbb)     all'arcidiocesi di Agrigento per la messa in sicurezza
     e  il  restauro della chiesa di Sant'Agostino  Santuario
     dell'Addolorata nel territorio di Licata  e della Maria SS delle
     Sette Spade, per 160 migliaia di euro;

       cccc)    al comune di Riposto per l'importo di 40 migliaia per
     attività di sicurezza urbana;

       dddd)    alla Parrocchia  Santa Agrippina  di Mineo, per il
     completamento dei lavori di ristrutturazione e consolidamento
     della Chiesa Collegiata, per l'importo di 100 migliaia di euro;

       eeee)    al comune di Gualtieri Sicaminò, per interventi di
     rigenerazione urbana, per l'importo di 200 migliaia di euro;

       ffff)    al comune di Santa Lucia del Mela, per interventi di
     rigenerazione urbana, per l'importo di 270 migliaia di euro;

       gggg)     al comune di Gioiosa Marea, per il completamento
     funzionale dei locali del palazzo municipale sito in piazza
     Cavour, per l'importo di 50 migliaia di euro.

       3.  Agli  oneri  di cui al presente articolo,  pari  a
     9.524  migliaia  di  euro  per  l'esercizio  finanziario
     2023, si provvede:

       a)  quanto a euro 4.557.799,63 con le maggiori entrate
     di cui al Titolo 1, Tipologia 103, capitolo 1203;

       b)  quanto  a  euro  4.610.200,37  mediante  riduzione
     delle  disponibilità  della Missione  20,  Programma  3,
     capitolo 613910;

       c)  quanto  euro 356 migliaia di euro con le  maggiori
     entrate  di  cui  al Titolo 1, Tipologia  101,  capitolo
     1218.

                              Art. 26.
                 Ulteriori disposizioni finanziarie

       1.  Le autorizzazioni di spesa di cui all'articolo 118
     della  legge  regionale  22 febbraio  2023,  n.  2  sono
     incrementate,  per l'esercizio finanziario  2023,  degli
     importi di seguito indicati:

  Mis P T  Am R  Capit            Descrizione           Variazio
  sio r i  mi u   olo                                      ni
  ne  o t  ni b                                           2023
      g o  st r
      r l  ra i
      a o  zi c
      m    on a
      m    e
      a
   1  2 1  1  2  10571  CONTRIBUTO     ALL'ASSOCIAZIONE  +100.000
                   7     CENTRO  DI  ACCOGLIENZA  PADRE       ,00
                        NOSTRO   CON  SEDE IN  PALERMO,
                        PER   IL   RAGGIUNGIMENTO   DEI
                        PROPRI SCOPI STATUTARI.
  16  2 1  10 2  14333  CONTRIBUTI        PER        LA  +250.000
                   6    RAZIONALIZZAZIONE         DEGLI       ,00
                        INTERVENTI NEL SETTORE AGRICOLO
  16  1 1  11 3  41737  CONTRIBUTO     ALLA     REMESA,  +300.000
                   3    COSTITUITA   PRESSO  L'ISTITUTO       ,00
                        ZOOPROFILLATTICO DELLA SICILIA,
                        PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA'
                        CON  L'OBIETTIVO DI FORNIRE UNO
                        STRUMENTO  UTILE PER  GARANTIRE
                        L'ATTUAZIONE    DI    PROGRAMMI
                        SOSTENIBILI DI PREVENZIONE  DEL
                        RISCHIO  DI MALATTIE ZOONOTICHE
                        TRANSFRONTALIERE  E  DI  TUTELA
                        DEL COMPARTO ZOOTECNICO
  16  1 1  10 2  14251  SPESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI  +500.000
                   9    PRODOTTI  AGRICOLI SICILIANI  E       ,00
                        DI     PRIMA     TRASFORMAZIONE
                        AGRICOLA.    GESTIONE     DELLA
                        PROMOZIONE    E   DELL'IMMAGINE
                        DEGLI  STESSI  SUI  MERCATI  DI
                        CONSUMO IN ITALIA ED ALL'ESTERO
   5  2 1  13 2  37731  CONTRIBUTO   ANNUO   A   FAVORE  +426.000
                   6    DELL'ENTE   AUTONOMO  REGIONALE       ,00
                        TEATRO MASSIMO VINCENZO BELLINI
                        DI CATANIA
  9 62   1  1 84207  SOMME    PER    INTERVENTI    DI  2.000.00
            1   3    MANUTENZIONE  STRAORDINARIA  SUL      0,00
                     DEMANIO     IDRICO     FLUVIALE,
                     ESCLUSI    I   BACINI   MONTANI,
                     INCLUSI  INTERVENTI  DI  CURA  E
                     PULIZIA DI FIUMI E TORRENTI
  9 61   1  1 44255  SOMME    PER    INTERVENTI    DI  1.000.00
            1   5    MANUTENZIONE ORDINARIA,  URGENZA      0,00
                     E   SOMMA  URGENZA  SUL  DEMANIO
                     IDRICO   FLUVIALE,   ESCLUSI   I
                     BACINI      MONTANI,     INCLUSI
                     INTERVENTI DI CURA E PULIZIA  DI
                     FIUMI E TORRENTI
  1 21   2  2 34252  SPESE     PER     ORGANIZZAZIONE  400.000,
  4             5    EVENTI,  PUBBLICITA'  E  SERVIZI        00
                     PER  TRASFERTA PER  LO  SVILUPPO
                     DELLA  PROPAGANDA  DEI  PRODOTTI
                     SICILIANI (TRASFERITO  IN  PARTE
                     AI CAPITOLI 343318 E 344128)
  5 11   3  2 37771  CONTRIBUTI  AD  ENTI  MORALI  ED  300.000,
                3    ECCLESIASTICI       PER       LA        00
                     RIPARAZIONE   ED   IL   RESTAURO
                     NECESSARI  AL  FUNZIONAMENTO  DI
                     STRUMENTI  MUSICALI ANTICHI  E/O
                     DI VALORE ARTISTICO
  5 21   3  2 37652  SPESE    PER    INIZIATIVE    DI
                8    CARATTERE  CULTURALE,  ARTISTICO  150.000,
                     E   SCIENTIFICO  DI  PARTICOLARE        00
                     RILEVANZA
  1 21   6  2 18380  FONDO  PER LA DISABILITA' E  PER  15.000.0
  2             8    LA  NON AUTOSUFFICIENZA -  FONDI     00,00
                     REGIONALI
  1 81   6  2 18379  CONTRIBUTO   ANNUO   IN   FAVORE  100.000,
  2             6    DELL'ASSOCIAZIONE      NAZIONALE        00
                     VITTIME CIVILI DI GUERRA PER  IL
                     FUNZIONAMENTO       E        PER
                     L'ADEMPIMENTO  DELLE   FINALITA'
                     ISTITUZIONALI.
  1 11  10  2 14333  CONTRIBUTI   AD  AMMINISTRAZIONI  300.000,
  6             6    LOCALI  PER LA RAZIONALIZZAZIONE        00
                     DEGLI   INTERVENTI  NEL  SETTORE
                     AGRICOLO E AGROALIMENTARE.
  5 21  13  2 47374  FONDO  UNICO  REGIONALE  PER  LO  1.524.00
                2    SPETTACOLO (FURS) FINALIZZATO  A      0,00
                     SOSTENERE  ED  INCREMENTARE   LE
                     ATTIVITA'        DI        ENTI,
                     ASSSOCIAZIONI,COOPERATIVE      E
                     FONDAZIONI   CHE  ABBIANO   SEDE
                     LEGALE IN SICILIA DA ALMENO  TRE
                     ANNI   E   SIANO  OPERANTI   NEI
                     SETTORI   DEL   TEATRO,    DELLA
                     MUSICA,   DELLA  DANZA   NONCHE'
                     L'ISTITUTO  NAZIONALE   PER   IL
                     DRAMMA   ANTICO   -   FONDAZIONE
                     ONLUS   (I.N.D.A.)   CON    SEDE
                     AMMINISTRATIVA ED  OPERATIVA  IN
                     SIRACUSA     (PARTE     CAPITOLO
                     473738).
  7 11  13  2 47251  SPESE  DIRETTE  AD  INCREMENTARE  750.000,
                4    IL  MOVIMENTO TURISTICO VERSO LA        00
                     REGIONE ED IL TURISMO INTERNO

       2.  L'autorizzazione di spesa di cui  all'articolo  44
     della  legge  regionale n. 2/2023  è  incrementata,  per
     l'esercizio  finanziario  2023,  dell'importo   di   200
     migliaia  di  euro  (Missione 5, Programma  2,  capitolo
     377925).

       3.  Al fine di sostenere il risanamento finanziario  e
     la   stabilizzazione   degli   equilibri   di   bilancio
     dell'ente,  a seguito del riallineamento della  gestione
     dell'organismo  straordinario di  liquidazione  e  della
     gestione  ordinaria,  è  autorizzata  la  spesa  di  200
     migliaia  di  euro  (Missione  18,  Programma   1)   per
     l'esercizio  finanziario 2023  per  l'erogazione  di  un
     contributo straordinario al comune di Mussomeli.

       4.   Per  la  realizzazione  di  iniziative  culturali
     connesse alle tradizioni identitarie del territorio  con
     particolare  riferimento  alle  festività  natalizie,  è
     autorizzata,    per   l'esercizio   finanziario    2023,
     l'ulteriore  spesa di 200 migliaia di euro (Missione  5,
     Programma 2, capitolo 376528).

       5.  L'autorizzazione di spesa di cui all'articolo  17,
     comma  2,  lettera  q) della legge regionale  27  luglio
     2023,  n.  9, è incrementata per l'esercizio finanziario
     2023  dell'importo di 30 migliaia di euro  (Missione  7,
     Programma 1, capitolo 473348).

       6.  Per le finalità di cui all'articolo 3 della  legge
     regionale  8  aprile  2022,  n.  6,  è  autorizzata  per
     l'esercizio finanziario 2023 la spesa di 50 migliaia  di
     euro (Missione 7, Programma 1, capitolo 473325).

       7.  L'autorizzazione di spesa di cui all'articolo  17,
     comma  2, lettera r) della legge regionale n. 9/2023,  è
     incrementata    per    l'esercizio   finanziario    2023
     dell'importo  di  50  migliaia  di  euro  (Missione   5,
     Programma 1, capitolo 776140).

       8.  Per  l'erogazione di contributi  in  favore  delle
     federazioni (FSNP/FSP) e discipline sportive  (DSAP/DSP)
     riconosciute    dal   Comitato   Italiano   Paralimpico,
     finalizzati all'acquisto di ausili sportivi  per  atleti
     disabili,  è  autorizzata  per  l'esercizio  finanziario
     2023  l'ulteriore spesa di 70 migliaia di euro (Missione
     6, Programma 1, capitolo 473745).

       9.  L'autorizzazione di spesa di cui all'articolo  24,
     comma   3,   della   legge  regionale   n.   2/2023,   è
     incrementata    per    l'esercizio   finanziario    2023
     dell'importo  di  250  migliaia di  euro  (Missione  17,
     Programma 1, capitolo 653291).

       10.  Per  l'erogazione di contributi da  ripartire  in
     funzione  del  numero di alunni assistiti ai  sensi  del
     comma  3  dell'articolo 13 della legge 5 febbraio  1992,
     n.  104 e successive modificazioni, in favore dei Comuni
     facenti  parte  di un distretto socio-sanitario  il  cui
     Comune  capofila  ha  deliberato lo  stato  di  dissesto
     finanziario  ai  sensi del titolo  VIII,  capo  II,  del
     decreto  legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e successive
     modifiche    ed   integrazioni,   è   autorizzata    per
     l'esercizio  finanziario 2023 la spesa di  800  migliaia
     di  euro  (Missione 18, Programma 5).  Il  contributo  è
     erogato   al   Comune  capofila  che   è   onerato   del
     trasferimento  ai  comuni facenti  parte  del  distretto
     socio-sanitario nonché della relativa rendicontazione.

       11. Per l'erogazione di un intervento compensativo  in
     favore  del  Consorzio Autostrade Siciliane,  a  seguito
     dei   mancati   incassi  derivanti  dall'esenzione   dal
     pedaggio   sull'autostrada  A20   tra   i   caselli   di
     Barcellona  Pozzo di Gotto e Milazzo, è  autorizzata  la
     spesa   di   50   migliaia  di  euro   per   l'esercizio
     finanziario  2023  e  di  450  migliaia  di   euro   per
     l'esercizio  finanziario  2024 (Missione  10,  Programma
     5).

       12.   Per  l'erogazione  di  contributi  straordinari,
     finalizzati  a  far  fronte  agli  oneri  relativi  alla
     sicurezza  urbana, alla promozione turistica, al  decoro
     urbano  ed  ai servizi scolastici, in favore dei  Comuni
     che  hanno  deliberato lo stato di dissesto  finanziario
     ai   sensi   del  titolo  VII,  capo  II,  del   decreto
     legislativo   18  agosto  2000,  n.  267  e   successive
     modificazioni  e  che  hanno  registrato  un  numero  di
     presenze turistiche superiore a 500.000 nell'anno  2022,
     è  autorizzata la spesa per l'esercizio finanziario 2023
     di 300 migliaia di euro (Missione 18, Programma 1).

       13.  Per  l'erogazione  di contributi  in  favore  dei
     Comuni  di  Condrò, Gualtieri Sicaminò, Santa Lucia  del
     Mela,  San  Pier  Niceto  e Monforte  San  Giorgio,  per
     interventi  di  promozione turistica, è  autorizzata  la
     spesa  per l'esercizio finanziario 2023 di 400  migliaia
     di  euro (Missione 7, Programma 1). I contributi di  cui
     al  presente  comma sono ripartiti per il 50%  in  parti
     uguali  fra  i Comuni e per il 50 per cento  sulla  base
     del numero di abitanti.

       14.  Per  la  costituzione di un fondo destinato  alla
     realizzazione  di  iniziative ed interventi  strutturali
     ed  infrastrutturali  per  lo sviluppo  agricolo  e  del
     territorio  rurale siciliano presso l'Ente  di  sviluppo
     agricolo è autorizzata per l'esercizio finanziario  2023
     la   spesa  di  300  migliaia  di  euro  (Missione   16,
     Programma 1).

       15. È autorizzata per l'esercizio finanziario 2023  la
     spesa   di   125   migliaia  di  euro  per   l'esercizio
     finanziario  2023  (Missione 5,  Programma  1,  capitolo
     776016),  di cui 55 migliaia di euro per la sostituzione
     degli  infissi  della  Chiesa Madre  di  Pozzallo  e  70
     migliaia di euro per il restauro dei dipinti su tela  di
     San  Francesco  di  Paola, San Giuseppe  morente,  Santa
     Margherita  da Cortona e Santa Maddalena ubicati  presso
     la chiesa di San Giovanni evangelista di Modica.

       16.  Per  l'erogazione di un contributo  straordinario
     finalizzato   al  sostegno  dell'avvio  delle   attività
     d'istituto  in favore dell'Unione dei Comuni  Mussomeli-
     Valle  dei Sicani è autorizzata la spesa per l'esercizio
     finanziario  2023 di 30 migliaia di euro  (Missione  18,
     Programma 1).

       17.  Per le finalità di cui all'articolo 2 della legge
     regionale  9 dicembre 1996, n. 44 e successive modifiche
     ed   integrazioni,   è   autorizzata   per   l'esercizio
     finanziario  2023  la  spesa di  200  migliaia  di  euro
     (Missione 5, Programma 1).

       18.  Per  l'erogazione di un contributo  straordinario
     al  Comune  di  Nicosia, finalizzato all'acquisto  della
     scultura  del XV secolo opera dell'artista  Gabriele  di
     Battista   Bregno,   è   autorizzata   per   l'esercizio
     finanziario  2023  la  spesa  di  50  migliaia  di  euro
     (Missione 5, Programma 1).

       19.  L'autorizzazione di spesa di cui all'articolo  22
     della  legge  regionale n. 2/2023  è  incrementata,  per
     l'esercizio   finanziario  2023,  dell'importo   di   80
     migliaia  di  euro  (Missione 9, Programma  6,  capitolo
     443323).

       20. Per l'esercizio finanziario 2023 è autorizzato  un
     contributo  straordinario  di  200  migliaia   di   euro
     (Missione  16, Programma 1) in favore del  Consorzio  di
     bonifica di Gela.

       21.  Per  l'esercizio finanziario 2023 è  concesso  un
     contributo   straordinario  alla  Stazione  sperimentale
     consorziale  di  granicoltura per  la  Sicilia,  per  30
     migliaia  di  euro (Missione 16, Programma  1,  capitolo
     143303).

       22.  Le  risorse  non ancora impegnate  alla  data  di
     entrata  in  vigore  della presente legge  sul  capitolo
     476520,  relative  alle previsioni di  cui  al  comma  4
     dell'articolo  6  della  legge  regionale   n.   2/2023,
     possono  esser utilizzate anche per le finalità  di  cui
     ai commi 2 e 3 del medesimo articolo 6.

       23.   Per   interventi  di  messa  in  sicurezza   del
     territorio e di prevenzione e contrasto degli incendi  è
     autorizzata, per l'esercizio finanziario 2023, la  spesa
     di  200  migliaia di euro (Missione 9, Programma  5)  da
     destinare all'Unione dei comuni  Paesi dei Nebrodi .

       24.  Agli oneri derivanti dal presente articolo,  pari
     a  26.915  migliaia di euro per l'esercizio  finanziario
     2023   e   a   450  migliaia  di  euro  per  l'esercizio
     finanziario 2024 si provvede:

       a) per l'esercizio finanziario 2023:

       1)  quanto a euro 1.706.380,22 con le maggiori entrate
     di cui al Titolo 1, tipologia 103, capitolo 1203;

       2)  quanto  a di euro 3.335.619,78 mediante  riduzione
     della quota di disavanzo iscritta al capitolo 000004;

       3)  quanto  a  euro  6.873 migliaia  di  euro  con  le
     maggiori  entrate  di cui al Titolo  1,  tipologia  101,
     capitolo 1218;

       4)  quanto  ad euro 15.000 migliaia mediante riduzione
     delle  disponibilità  della Missione  20,  Programma  1,
     capitolo 215744;

       b)  per l'esercizio finanziario 2024, per l'importo di
     450   migliaia   di   euro  mediante   riduzione   delle
     disponibilità della Missione 20, Programma  3,  capitolo
     215704.

                               Art. 27
            Disposizioni in materia di personale precario

       1.  I  rapporti di lavoro a tempo determinato in corso
     del  personale di cui al comma 9 dell'articolo 30  della
     legge  regionale  28 gennaio 2014,  n.  5  e  successive
     modificazioni, inseriti nell'elenco di cui  al  medesimo
     articolo,     che    trovano    copertura    finanziaria
     nell'autorizzazione  di  spesa  di  cui   al   comma   5
     dell'articolo 18 della legge regionale 25  maggio  2022,
     n.  13,  a  decorrere  dall'anno 2022  e  sino  al  2038
     (Missione  20,  Programma  3,  capitolo  217754),   sono
     prorogati  senza soluzione di continuità al 31  dicembre
     2024.

                              Art. 28.
                  Abrogazioni e modifiche di norme

       1.  All'articolo 4 della legge regionale 13  settembre
     1999, n. 20 e successive modificazioni, dopo il comma  2
     è aggiunto il seguente:

        2  bis.  Ai  fini  del  computo  del  limite  di  due
     familiari   di  cui  al  comma  2,  si  considerano   le
     posizioni  effettivamente  a  carico  della  Regione  al
     momento  della presentazione dell'istanza di assunzione,
     non   rilevando  a  tal  fine  le  eventuali   pregresse
     assunzioni già cessate. .

       2.  Al  comma 1 dell'articolo 28 della legge regionale
     27  luglio  2023,  n.  9,  le  parole   il  Dipartimento
     regionale  del  bilancio e del tesoro   sono  sostituite
     dalle  parole   Ufficio  Speciale  per  la  gestione   e
     liquidazione  delle  società a  partecipazione  pubblica
     regionale .

       3.  I  termini di validità delle graduatorie approvate
     nel  biennio 2022-2023 per il reclutamento di  personale
     regionale   a  tempo  indeterminato  del  comparto   non
     dirigenziale,  relative  ai  concorsi  pubblici  banditi
     dall'Amministrazione regionale, in scadenza entro il  31
     dicembre 2024 sono prorogati al 31 dicembre 2025.

       4.  Alla legge regionale 22 febbraio 2023, n. 2,  sono
     abrogate  le  seguenti  disposizioni:  i  commi  4  e  5
     dell'articolo 1; il comma 4 dell'articolo 5;  l'articolo
     9;  l'articolo  10;  l'articolo 11;  l'articolo  14;  il
     comma  15  dell'articolo 26; l'articolo  48;  l'articolo
     55;   l'articolo  56;  l'articolo  60;  l'articolo   61;
     l'articolo   62;    l'articolo   63;    l'articolo   64;
     l'articolo   65;    l'articolo   66;    l'articolo   67;
     l'articolo   68;    l'articolo   69;    l'articolo   70;
     l'articolo   71;    l'articolo   72;    l'articolo   73;
     l'articolo   74;    l'articolo   75;    l'articolo   76;
     l'articolo   77;    l'articolo   78;    l'articolo   79;
     l'articolo   80;    l'articolo   81;    l'articolo   82;
     l'articolo   83;    l'articolo   84;    l'articolo   85;
     l'articolo   86;    l'articolo   87;   l'articolo    88;
     l'articolo   90;    l'articolo   91;    l'articolo   92;
     l'articolo   94;    l'articolo   95;    l'articolo   96;
     l'articolo   97;    l'articolo  98;     l'articolo   99;
     l'articolo   100;   l'articolo  101;   l'articolo   102;
     l'articolo   103;   l'articolo  104;   l'articolo   105;
     l'articolo   106;   l'articolo  107;   l'articolo   108;
     l'articolo   109;   l'articolo  110;   l'articolo   111;
     l'articolo   112;   l'articolo  113;   l'articolo   114;
     l'articolo 115;  l'articolo 116.

                              Art. 29.
                Variazioni al bilancio della Regione

       1.  Nello  stato  di previsione dell'entrata  e  della
     spesa   del   bilancio  della  Regione  per  l'esercizio
     finanziario  2023  e  per  il  triennio  2023-2025  sono
     introdotte  le  variazioni di cui alle  annesse  tabelle
      A     e    B    comprensive   di   quelle   discendenti
     dall'applicazione  delle  disposizioni  della   presente
     legge.





                              Art. 30.
                          Entrata in vigore

       1.  La  presente legge sarà pubblicata nella  Gazzetta
     ufficiale  della Regione siciliana ed entrerà in  vigore
     il giorno stesso della sua pubblicazione.

       2.  È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla  e
     di farla osservare come legge della Regione.



                                                IL PRESIDENTE

                         LAVORI PREPARATORI

     Disegno  di  legge n. 21/A Stralcio III -   Disposizioni
     varie

     Iniziativa  parlamentare: emendamento COMM.2 al  disegno
     di   legge   n.   21/A  Stralcio  I/A   trasmesso   alla
     Commissione  per  l'esame  al  fine  di  predisporre  un
     autonomo disegno di legge.

     Trasmesso alla Commissione  Bilancio' (II) il 19  luglio
     2023.

     Esaminato  dalla Commissione nelle sedute n. 47  del  12
     settembre 2023, n. 49 del 19 settembre 2023, n.  51  del
     27 settembre 2023 e n. 52 del 3 ottobre 2023.

     Esitato  per  l'Aula nella seduta n. 52  del  3  ottobre
     2023.

     Relatore: on. Letterio Dario Daidone.

     Discusso  dall'Assemblea  nelle  sedute  n.  75  del   25
     ottobre 2023, n. 78 dell'8 novembre 2023 e n. 80  del  15
     novembre 2023.

     Approvato  dall'Assemblea  nella  seduta  n.  80  del  15
     novembre 2023.
     1)Il disegno di legge è stato  elaborato  dalla  II  Commissione,
     sulla base dell'emendamento COMM.2 presentato al disegno di legge
     n. 21/A Stralcio I/A e trasmesso dalla Presidenza  dell'Assemblea
     a seguito delle determinazioni assunte nella seduta d'Aula n.  54
     del 18 luglio 2023.